Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 3 ore 57 min fa

L'ondata di freddo di fine gennaio 2004

Sab, 21/01/2017 - 21:13
Non fu una super-ondata di gelo ma fu comunque una più che discreta ondata di freddo.
Si comincia il 17-18 gennaio, quando si verificano nevicate fra NW e centro-ovest Emilia con questa configurazione qui:


Poi, via via, col passare dei giorni fece sempre più freddo, con la -6 fino in Sicilia, la -10 piena in Puglia, la -16 in Serbia.


Poi una perturbazione arrivo' al Nord nei giorni 26-27, nevicò quel giorno (qui 3 cm, fu una mezza delusione però, per me... dato che mi aspettavo molto di più'!)


Poi rodanata con la "Livorno Low", nevica a bassa quota al C-S e addirittura fino in pianura fra Toscana, Lazio e Umbria, fece 5-6 cm sulla pianura fiorentina e qualche fiocco addirittura si spinse fin su Roma, tanta neve sull'Appennino:


E infine negli ultimi 2 giorni del mese punte di T molto fredde al C-N (minime fino a -10 anche in pianura, localmente):
Anteprime Allegate        

 

L'ondata di freddo di fine gennaio 2004

Sab, 21/01/2017 - 21:13
Non fu una super-ondata di gelo ma fu comunque una più che discreta ondata di freddo.
Si comincia il 17-18 gennaio, quando si verificano nevicate fra NW e centro-ovest Emilia con questa configurazione qui:


Poi, via via, col passare dei giorni fece sempre più freddo, con la -6 fino in Sicilia, la -10 piena in Puglia, la -16 in Serbia.


Poi una perturbazione arrivo' al Nord nei giorni 26-27, nevicò quel giorno (qui 3 cm, fu una mezza delusione però, per me... dato che mi aspettavo molto di più'!)


Poi rodanata con la "Livorno Low", nevica a bassa quota al C-S e addirittura fino in pianura fra Toscana, Lazio e Umbria, fece 5-6 cm sulla pianura fiorentina e qualche fiocco addirittura si spinse fin su Roma, tanta neve sull'Appennino:


E infine negli ultimi 2 giorni del mese punte di T molto fredde al C-N (minime fino a -10 anche in pianura, localmente):
Anteprime Allegate        

 

Nevosità ed eventi nevosi località italiane: dati e domande

Sab, 21/01/2017 - 20:49
Apro questa discussione immaginando che ve ne siano state di simili in passato. Frequentando poco il forum non saprei come e in che forma, pertanto mi permetto di rilanciare il tema. Se la moderazione ritiene opportuno accorparlo ad altra discussione passata proceda pure.
L'idea è quella di raccogliere la nevosità del maggior numero di località secondo le conoscenze degli utenti del forum. Non tanto per ricreare medie che sarebbero comunque imprecise (ne girano molte in rete di cui mi fido assai poco), quanto più per iniziare ad avere, da qui al futuro un quadro sintetico degli episodi nevosi avvenuti negli anni più recenti nei vari luoghi. Non importa da quando ha inizio la serie storiche. Più dati si hanno meglio è.
I dati naturalmente devono essere affidabili. Non necessariamente frutto di osservazioni personali, poichè in molti casi (come per tante città medio-grandi) esistono fonti affidabili disponibili dirette e indirette sui maggiori eventi rinvenibili su internet.
Insomma l'idea è semplicemente di raccogliere tutte le informazioni possibili. Ciascuno potrà stilare l'elenco di nevicate delle proprie località di riferimento indietro nel passato fino arriva la sua memoria o fino arriva la memoria delle notizie affidabili e note.

Sono particolarmente curioso di conoscere gli episodi nevosi degli ultimi decenni di alcune località in particolare delle quali non sono riuscito a trovare notizie chiare in rete.
Ad esempio Napoli, Salerno, Catania, Reggio Calabria, Cagliari, Perugia, Venezia, Siena, solo per citarne alcune di cui non sono riuscito a ricostruire gli episodi con organicità ricercando qua e là.


Appena ho un momento mi riprometto di elencare le nevicate le nevicate di Roma almeno dal dopoguerra ad oggi. Intanto vi mando l'elenco delle nevicate a Soriano nel Cimino (480m circa in provincia di Viterbo), una serie storica dal 1988 al 2016, in parte relativa al paese (fino al 2004) dati raccolti da un mio affidabile amico meteoappassionato, ed in parte da me raccolti nella mia campagna (dal 2004 ad oggi) presso Soriano a 3km a sud-est dal paese grosso modo alla stessa altitudine (454m).

Ecco qui tre schermate del mio file excel 1988-2000 / 2000-2007 / 2007-2017 (fino ad oggi)


Anteprime Allegate      

Nevosità ed eventi nevosi località italiane: dati e domande

Sab, 21/01/2017 - 20:49
Apro questa discussione immaginando che ve ne siano state di simili in passato. Frequentando poco il forum non saprei come e in che forma, pertanto mi permetto di rilanciare il tema. Se la moderazione ritiene opportuno accorparlo ad altra discussione passata proceda pure.
L'idea è quella di raccogliere la nevosità del maggior numero di località secondo le conoscenze degli utenti del forum. Non tanto per ricreare medie che sarebbero comunque imprecise (ne girano molte in rete di cui mi fido assai poco), quanto più per iniziare ad avere, da qui al futuro un quadro sintetico degli episodi nevosi avvenuti negli anni più recenti nei vari luoghi. Non importa da quando ha inizio la serie storiche. Più dati si hanno meglio è.
I dati naturalmente devono essere affidabili. Non necessariamente frutto di osservazioni personali, poichè in molti casi (come per tante città medio-grandi) esistono fonti affidabili disponibili dirette e indirette sui maggiori eventi rinvenibili su internet.
Insomma l'idea è semplicemente di raccogliere tutte le informazioni possibili. Ciascuno potrà stilare l'elenco di nevicate delle proprie località di riferimento indietro nel passato fino arriva la sua memoria o fino arriva la memoria delle notizie affidabili e note.

Sono particolarmente curioso di conoscere gli episodi nevosi degli ultimi decenni di alcune località in particolare delle quali non sono riuscito a trovare notizie chiare in rete.
Ad esempio Napoli, Salerno, Catania, Reggio Calabria, Cagliari, Perugia, Venezia, Siena, solo per citarne alcune di cui non sono riuscito a ricostruire gli episodi con organicità ricercando qua e là.


Appena ho un momento mi riprometto di elencare le nevicate le nevicate di Roma almeno dal dopoguerra ad oggi. Intanto vi mando l'elenco delle nevicate a Soriano nel Cimino (480m circa in provincia di Viterbo), una serie storica dal 1988 al 2016, in parte relativa al paese (fino al 2004) dati raccolti da un mio affidabile amico meteoappassionato, ed in parte da me raccolti nella mia campagna (dal 2004 ad oggi) presso Soriano a 3km a sud-est dal paese grosso modo alla stessa altitudine (454m).

Ecco qui tre schermate del mio file excel 1988-2000 / 2000-2007 / 2007-2017 (fino ad oggi)


Anteprime Allegate      

Domande sugli spaghi a 850 e a 500, vediamo chi sa qualcosa

Sab, 21/01/2017 - 04:05
:P Mi sono sempre chiesto se è possibile avere dati medi storici a livello nazionale e mondiale in quota:

-Esistono link dov'è possibile trovare spaghi come questo sotto ma dov'è possibile avere dati di tutto il mondo e quindi dove cioè è possibile sapere lo spago medio storico di ogni momento dell'anno che qui è segnato dalla linea rossa (ad esempio se volessi sapere qual è la temperatura a 850 media normale di questo periodo o di un altro periodo su Pechino e, rimanendo in Italia, se volessi sapere qual è la media a 850 per esempio di Viareggio di un altro periodo e non solo quello attuale)?


-Collegandomi alla domanda sopra ma riferita a tutto il globo e ad una carta geografica vorrei sapere se esistono link dov'è possibile avere una visione d'insieme, ma dettagliata, delle temperature medie normali storiche a 850 di tutta la terra e cioè una carta come questa sotto ma non delle temperature attuali ma quelle medie storiche annuali, stagionali, mensili (e magari per decade e giornaliere magari con la possibilià di selezionare un qualsiasi giorno dell'anno o mese o stagione)

-Esistono link dov'è possibile sapere la temperatura, sempre a 850, più alta e più bassa mai registrata ad ogni latitudine e longitudine della Terra (ad esempio se volessi sapere, sempre a 850, qual è la temperatura più alta e più bassa mai registratasi alla latitudine e longitudine di Viareggio)?
-Stesse domande sopra ma per le temperature e i geopotenziali a 500.
E' possibile che in rete non esist nulla di tutto questo? ;) Anteprime Allegate    

Domande sugli spaghi a 850 e a 500, vediamo chi sa qualcosa

Sab, 21/01/2017 - 04:05
:P Mi sono sempre chiesto se è possibile avere dati medi storici a livello nazionale e mondiale in quota:

-Esistono link dov'è possibile trovare spaghi come questo sotto ma dov'è possibile avere dati di tutto il mondo e quindi dove cioè è possibile sapere lo spago medio storico di ogni momento dell'anno che qui è segnato dalla linea rossa (ad esempio se volessi sapere qual è la temperatura a 850 media normale di questo periodo o di un altro periodo su Pechino e, rimanendo in Italia, se volessi sapere qual è la media a 850 per esempio di Viareggio di un altro periodo e non solo quello attuale)?


-Collegandomi alla domanda sopra ma riferita a tutto il globo e ad una carta geografica vorrei sapere se esistono link dov'è possibile avere una visione d'insieme, ma dettagliata, delle temperature medie normali storiche a 850 di tutta la terra e cioè una carta come questa sotto ma non delle temperature attuali ma quelle medie storiche annuali, stagionali, mensili (e magari per decade e giornaliere magari con la possibilià di selezionare un qualsiasi giorno dell'anno o mese o stagione)

-Esistono link dov'è possibile sapere la temperatura, sempre a 850, più alta e più bassa mai registrata ad ogni latitudine e longitudine della Terra (ad esempio se volessi sapere, sempre a 850, qual è la temperatura più alta e più bassa mai registratasi alla latitudine e longitudine di Viareggio)?
-Stesse domande sopra ma per le temperature e i geopotenziali a 500.
E' possibile che in rete non esist nulla di tutto questo? ;) Anteprime Allegate    

Domande sugli spaghi a 850 e a 500, vediamo chi sa qualcosa

Sab, 21/01/2017 - 04:05
:P Mi sono sempre chiesto se è possibile avere dati medi storici a livello nazionale e mondiale in quota:

-Esistono link dov'è possibile trovare spaghi come questo sotto ma dov'è possibile avere dati di tutto il mondo e quindi dove cioè è possibile sapere lo spago medio storico di ogni momento dell'anno che qui è segnato dalla linea rossa (ad esempio se volessi sapere qual è la temperatura a 850 media normale di questo periodo o di un altro periodo su Pechino e, rimanendo in Italia, se volessi sapere qual è la media a 850 per esempio di Viareggio di un altro periodo e non solo quello attuale)?


-Collegandomi alla domanda sopra ma riferita a tutto il globo e ad una carta geografica vorrei sapere se esistono link dov'è possibile avere una visione d'insieme, ma dettagliata, delle temperature medie normali storiche a 850 di tutta la terra e cioè una carta come questa sotto ma non delle temperature attuali ma quelle medie storiche annuali, stagionali, mensili (e magari per decade e giornaliere magari con la possibilià di selezionare un qualsiasi giorno dell'anno o mese o stagione)

-Esistono link dov'è possibile sapere la temperatura, sempre a 850, più alta e più bassa mai registrata ad ogni latitudine e longitudine della Terra (ad esempio se volessi sapere, sempre a 850, qual è la temperatura più alta e più bassa mai registratasi alla latitudine e longitudine di Viareggio)?
-Stesse domande sopra ma per le temperature e i geopotenziali a 500.
E' possibile che in rete non esist nulla di tutto questo? ;) Anteprime Allegate    

Ondata di maltempo 21-23 gennaio, tutte le notizie in questo post

Ven, 20/01/2017 - 22:19
Un altro serio guasto del tempo da seguire con attenzione. Ne abbiamo parlato in home page e questo è il posto giusto per approfondire e seguirlo passo passo.
:ciao::ciao:
Luca
Anteprime Allegate  

Ondata di maltempo 21-23 gennaio, tutte le notizie in questo post

Ven, 20/01/2017 - 22:19
Un altro serio guasto del tempo da seguire con attenzione. Ne abbiamo parlato in home page e questo è il posto giusto per approfondire e seguirlo passo passo.
:ciao::ciao:
Luca
Anteprime Allegate  

Valanga a Rigopiano(Gran Sasso D'Italia)

Gio, 19/01/2017 - 16:04
Scusate,posto qui alcune immagini prese da Google earth della zona che ha visto scendere la valanga assassina sull'albergo di Rigopiano sui monti del Gran Sasso,nella speranza che qualche esperto di tali fenomeni possa aggiungere delle note per spiegare quanto accaduto.
Una tragedia umana ancora in corso,uno strazio,ma se noi ne capiremo di più,potremmo un giorno prevenire ed evitare siti poco sicuri(a prescindere dai fenomeni eccezionali,nevosi e sismici,combinati insieme di questi giorni).
Guardando i tg,non conoscendo la zona pensavo che la valanga si fosse staccata dalle cime maggiori del Gran Sasso,invece sopra l'albergo ci sono cime assolutamente minori che non arrivano nemmeno a 2000 metri.







Anteprime Allegate        

 

Modelli Febbraio 2017: commenti e discussioni sui modelli previsionali.

Gio, 19/01/2017 - 10:16
Febbraio si affaccia, manca circa una decade e ci siamo. ultimo mese invernale, il sole comincia a scaldare, aumentano le ore di luce ma spesso questo mese ha portato grandi cose sul nostro paese. cosa dicono i GM al momento? vediamo le ENS






direi che reading sia il più promettente (non me la fa inserire come immagine quindi si autoaggiornerà) anche se, in tutta onestà, la vedo molto difficile come dinamica ma manca tanto tempo ancora. va da sé che se andasse in porto uno scenario del genere si entrerebbe in febbraio con il freddo in casa. :) Anteprime Allegate  

Modelli Febbraio 2017: commenti e discussioni sui modelli previsionali.

Gio, 19/01/2017 - 10:16
Febbraio si affaccia, manca circa una decade e ci siamo. ultimo mese invernale, il sole comincia a scaldare, aumentano le ore di luce ma spesso questo mese ha portato grandi cose sul nostro paese. cosa dicono i GM al momento? vediamo le ENS






direi che reading sia il più promettente (non me la fa inserire come immagine quindi si autoaggiornerà) anche se, in tutta onestà, la vedo molto difficile come dinamica ma manca tanto tempo ancora. va da sé che se andasse in porto uno scenario del genere si entrerebbe in febbraio con il freddo in casa. :) Anteprime Allegate  

lasciatemi esprimere un pensiero su questo Gennaio ...

Mer, 18/01/2017 - 18:20
seguo la meteo da praticamente oltre 15 anni, ne ho 28 e da altrettanti tanti anni la seguo sui forum meteo, questo è quello a cui sono rimasto più affezionato, dai tempi che si chiamava Meteo Mediterraneo :rolleyes;

In questi anni ho ... e abbiamo, avuto modo di osservare l'estrema variabilità del sistema climatico, di quanto sia difficile e imprevedibile, di quanto sia ricco di aspettative e altrettanto di delusioni e altrettanto però di quanto ci possa lasciare a bocca aperta, in negativo, come in positivo

Forse non è oggi la giornata giusta per poter sottolineare che delle volte accadono cose belle e inaspettate in periodi anche neri e questo capita nella meteo come nella vita di tutti i giorni e quindi me ne scuso in anticipo ma ... a fronte di tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi anni e a fronte delle aspettative negate innumerevoli volte, mi viene da sottolineare, guardando questa carta, che fondamentalmente TUTTO PUO' ANCORA ACCADERE, anche le cose belle, a prescindere dalle soddisfazioni locali:



Per quanto tempo abbiamo sperato in una cosa del genere ? Per quanto tempo lo speravamo PER GENNAIO ? Da quando tempo non si vedeva una carta con la disposizione delle anomalie così in pieno Inverno ? Ovvero quella favorevole al freddo per l'Italia, Mediterraneo e Balcani ? E sopratutto in questo periodo ? Ho ancora a mente le discussioni con molti appassionati che insistevano sul fatto che qualcosa era cambiato e che era impossibile il ripetersi di tali eventi

So bene che alcuni Inverni precedenti al 2013 siano stati in maniera uguale fruttuosi e freddi per altre zone d'Europa e del Bel Paese ma ciò che veramente mancava da anni, ormai da oltre un decennio, era proprio una cosa del genere

Non è che a Napoli si sia rivissuto il Febbraio 1956 in questi giorni eh, di neve se n'è vista poca - anche se il freddo e il gelo e sopratutto la loro continuità nei giorni sono risultati eccezionali - quindi non parlo a supporto di soddisfazioni locali ma a più ampio spettro ... chi ha un pò di memoria climatica sa di cosa sto parlando

Mi dispiace solo per alcune regioni che non hanno saputo approfittate di tali dinamiche (specie quelle del Nord) e spero solo che questo Inverno che io a questo punto definisco quello del "rilancio", possa regalare soddisfazioni ancora a chi non ne ha avute

:ciao: Anteprime Allegate  

lasciatemi esprimere un pensiero su questo Gennaio ...

Mer, 18/01/2017 - 18:20
seguo la meteo da praticamente oltre 15 anni, ne ho 28 e da altrettanti tanti anni la seguo sui forum meteo, questo è quello a cui sono rimasto più affezionato, dai tempi che si chiamava Meteo Mediterraneo :rolleyes;

In questi anni ho ... e abbiamo, avuto modo di osservare l'estrema variabilità del sistema climatico, di quanto sia difficile e imprevedibile, di quanto sia ricco di aspettative e altrettanto di delusioni e altrettanto però di quanto ci possa lasciare a bocca aperta, in negativo, come in positivo

Forse non è oggi la giornata giusta per poter sottolineare che delle volte accadono cose belle e inaspettate in periodi anche neri e questo capita nella meteo come nella vita di tutti i giorni e quindi me ne scuso in anticipo ma ... a fronte di tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi anni e a fronte delle aspettative negate innumerevoli volte, mi viene da sottolineare, guardando questa carta, che fondamentalmente TUTTO PUO' ANCORA ACCADERE, anche le cose belle, a prescindere dalle soddisfazioni locali:



Per quanto tempo abbiamo sperato in una cosa del genere ? Per quanto tempo lo speravamo PER GENNAIO ? Da quando tempo non si vedeva una carta con la disposizione delle anomalie così in pieno Inverno ? Ovvero quella favorevole al freddo per l'Italia, Mediterraneo e Balcani ? E sopratutto in questo periodo ? Ho ancora a mente le discussioni con molti appassionati che insistevano sul fatto che qualcosa era cambiato e che era impossibile il ripetersi di tali eventi

So bene che alcuni Inverni precedenti al 2013 siano stati in maniera uguale fruttuosi e freddi per altre zone d'Europa e del Bel Paese ma ciò che veramente mancava da anni, ormai da oltre un decennio, era proprio una cosa del genere

Non è che a Napoli si sia rivissuto il Febbraio 1956 in questi giorni eh, di neve se n'è vista poca - anche se il freddo e il gelo e sopratutto la loro continuità nei giorni sono risultati eccezionali - quindi non parlo a supporto di soddisfazioni locali ma a più ampio spettro ... chi ha un pò di memoria climatica sa di cosa sto parlando

Mi dispiace solo per alcune regioni che non hanno saputo approfittate di tali dinamiche (specie quelle del Nord) e spero solo che questo Inverno che io a questo punto definisco quello del "rilancio", possa regalare soddisfazioni ancora a chi non ne ha avute

:ciao: Anteprime Allegate  

lasciatemi esprimere un pensiero su questo Gennaio ...

Mer, 18/01/2017 - 18:20
seguo la meteo da praticamente oltre 15 anni, ne ho 28 e da altrettanti tanti anni la seguo sui forum meteo, questo è quello a cui sono rimasto più affezionato, dai tempi che si chiamava Meteo Mediterraneo :rolleyes;

In questi anni ho ... e abbiamo, avuto modo di osservare l'estrema variabilità del sistema climatico, di quanto sia difficile e imprevedibile, di quanto sia ricco di aspettative e altrettanto di delusioni e altrettanto però di quanto ci possa lasciare a bocca aperta, in negativo, come in positivo

Forse non è oggi la giornata giusta per poter sottolineare che delle volte accadono cose belle e inaspettate in periodi anche neri e questo capita nella meteo come nella vita di tutti i giorni e quindi me ne scuso in anticipo ma ... a fronte di tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi anni e a fronte delle aspettative negate innumerevoli volte, mi viene da sottolineare, guardando questa carta, che fondamentalmente TUTTO PUO' ANCORA ACCADERE, anche le cose belle, a prescindere dalle soddisfazioni locali:



Per quanto tempo abbiamo sperato in una cosa del genere ? Per quanto tempo lo speravamo PER GENNAIO ? Da quando tempo non si vedeva una carta con la disposizione delle anomalie così in pieno Inverno ? Ovvero quella favorevole al freddo per l'Italia, Mediterraneo e Balcani ? E sopratutto in questo periodo ? Ho ancora a mente le discussioni con molti appassionati che insistevano sul fatto che qualcosa era cambiato e che era impossibile il ripetersi di tali eventi

So bene che alcuni Inverni precedenti al 2013 siano stati in maniera uguale fruttuosi e freddi per altre zone d'Europa e del Bel Paese ma ciò che veramente mancava da anni, ormai da oltre un decennio, era proprio una cosa del genere

Non è che a Napoli si sia rivissuto il Febbraio 1956 in questi giorni eh, di neve se n'è vista poca - anche se il freddo e il gelo e sopratutto la loro continuità nei giorni sono risultati eccezionali - quindi non parlo a supporto di soddisfazioni locali ma a più ampio spettro ... chi ha un pò di memoria climatica sa di cosa sto parlando

Mi dispiace solo per alcune regioni che non hanno saputo approfittate di tali dinamiche (specie quelle del Nord) e spero solo che questo Inverno che io a questo punto definisco quello del "rilancio", possa regalare soddisfazioni ancora a chi non ne ha avute

:ciao: Anteprime Allegate  

Abruzzo: una regione in ginocchio

Mer, 18/01/2017 - 13:02
Scusate l'apertura di un topic dedicato ad uno stato di emergenza che nelle ultimissime ore si è ulteriormente aggravato a causa di altri fattori oltre a quelli meteorologici già di per se allarmanti, al momento la situazione è la seguente:

Costa adriatica Pescara,Francavilla al Mare (CH) Montesilvano (PE): Città sott'acqua strade chiuse cantine allagate uffici pubblici in parte chiusi viabilità ampiamente compromessa.Esondati fiume Pescara (a Pescara e provincia) Fiume Tavo a (Montesilvano) In provincia paesi senza energia elettrica da 3 giorni quasi alcuni persino senza acqua e telefono tanta neve che rende ancor piu' difficile la situazione.

Asse collinare chietino : ( alcuni paesi) Mancanza di luce acqua telefono alcuni paesi vicino al mare con un 1 metro di neve strade ancora difficilmente percorribili alberi stradicati ,A Chieti è intervenuto l'esercito

Aquilano: Paesi isolati dalla neve,epicentro del nuovo sisma,Danni ad alcune alle strutture

Si contano al momento 90.000 utenze al buoi e senza riscaldamento si va avanti chi puo' con fuoco e generatori.Installati asili nido con generatori in alcuni comuni tra cui il mio anche se io nella mia frazione me la sono cavata solo con 40 ore di buio e senza riscaldamento con appena 20 cm di neve seppur con un bimbo di 2 anni e una patologia( la mia )importante
Fonti ufficiose parlano inoltre di danni all'ospedale di Chieti per le 3 scosse mattutine ma occorrono conferme


La regione purtroppo ha chiesto lo stato di calamità naturale.

Speriamo che almeno il maltempo diminuisca l'intensità delle prp divenute bibliche sulla costa e a mo' di bufere di neve all'interno delle 4 provincie.
Non ci piangiamo addosso non l'abbiamo mai fatto tenaci resistiamo e ci organizziamo per affrontare una situazione che si è fatta molto difficile purtroppo.

Saluti da una regione in difficoltà ma che non abdica!;)

Abruzzo: una regione in ginocchio

Mer, 18/01/2017 - 13:02
Scusate l'apertura di un topic dedicato ad uno stato di emergenza che nelle ultimissime ore si è ulteriormente aggravato a causa di altri fattori oltre a quelli meteorologici già di per se allarmanti, al momento la situazione è la seguente:

Costa adriatica Pescara,Francavilla al Mare (CH) Montesilvano (PE): Città sott'acqua strade chiuse cantine allagate uffici pubblici in parte chiusi viabilità ampiamente compromessa.Esondati fiume Pescara (a Pescara e provincia) Fiume Tavo a (Montesilvano) In provincia paesi senza energia elettrica da 3 giorni quasi alcuni persino senza acqua e telefono tanta neve che rende ancor piu' difficile la situazione.

Asse collinare chietino : ( alcuni paesi) Mancanza di luce acqua telefono alcuni paesi vicino al mare con un 1 metro di neve strade ancora difficilmente percorribili alberi stradicati ,A Chieti è intervenuto l'esercito

Aquilano: Paesi isolati dalla neve,epicentro del nuovo sisma,Danni ad alcune alle strutture

Si contano al momento 90.000 utenze al buoi e senza riscaldamento si va avanti chi puo' con fuoco e generatori.Installati asili nido con generatori in alcuni comuni tra cui il mio anche se io nella mia frazione me la sono cavata solo con 40 ore di buio e senza riscaldamento con appena 20 cm di neve seppur con un bimbo di 2 anni e una patologia( la mia )importante
Fonti ufficiose parlano inoltre di danni all'ospedale di Chieti per le 3 scosse mattutine ma occorrono conferme


La regione purtroppo ha chiesto lo stato di calamità naturale.

Speriamo che almeno il maltempo diminuisca l'intensità delle prp divenute bibliche sulla costa e a mo' di bufere di neve all'interno delle 4 provincie.
Non ci piangiamo addosso non l'abbiamo mai fatto tenaci resistiamo e ci organizziamo per affrontare una situazione che si è fatta molto difficile purtroppo.

Saluti da una regione in difficoltà ma che non abdica!;)

Tendenza Stagionale Primavera 2017

Mar, 17/01/2017 - 20:10
Su base statistica , Trend Climatico , e correlazioni indici meteo Climatici ,

Secondo le dinamiche Oceano Atmosfera , effetto albedo per eccezionale Snow cover ,


il primo mese primaverile marzo probabile ancora prevalenti e rilevanti anomalie termiche negative in zona EuroSiberiana, inferiore la media del periodo.

In contesto bassa attivita' Solare , Jet Stream ondulato con possibili HP per meridiani Nord Atlantico , probabili retrogressioni fredde da est incursioni fredde in Europa e in Italia tra la prima e seconda decade di marzo , durante l inverno Astronomico.
Marzo piuttosto freddo.

In contesto bassa attivita Solare molto simile al minimo di Dalton ,
SSta Nord Atlantico.


alcune analogie , in Italia una fase molto fredda e nevosa nel marzo 1907 , in seguito ad una eccezionale fase di bassa attivita Solare e prevalenti anomalie SSta neg. Nord Atlantico.
In Italia , marzo 1907 e' tra i piu freddi in assoluto dal 1850.
Altrettanto freddi marzo 1949 , 1971, 1987.

Tendenza stagionale Primaverile,

Marzo piuttosto freddo, con caratteristiche tipicamente invernali

Aprile piuttosto piovoso ma nel complesso piu mite/caldo .

Maggio nettamente piu caldo tra la prima e seconda decade , piu fresca la seconda meta' del mese .

Primavera 2017 potrebbe essere nel complesso leggermente sopra la media 1971/2000 tra + 0,5 e 1 grado.


In Italia Primavera nel complesso piu calde nel 2001 , 2007 e 2011 .

Tendenza Stagionale Primavera 2017

Mar, 17/01/2017 - 20:10
Su base statistica , Trend Climatico , e correlazioni indici meteo Climatici ,

Secondo le dinamiche Oceano Atmosfera , effetto albedo per eccezionale Snow cover ,


il primo mese primaverile marzo probabile ancora prevalenti e rilevanti anomalie termiche negative in zona EuroSiberiana, inferiore la media del periodo.

In contesto bassa attivita' Solare , Jet Stream ondulato con possibili HP per meridiani Nord Atlantico , probabili retrogressioni fredde da est incursioni fredde in Europa e in Italia tra la prima e seconda decade di marzo , durante l inverno Astronomico.
Marzo piuttosto freddo.

In contesto bassa attivita Solare molto simile al minimo di Dalton ,
SSta Nord Atlantico.


alcune analogie , in Italia una fase molto fredda e nevosa nel marzo 1907 , in seguito ad una eccezionale fase di bassa attivita Solare e prevalenti anomalie SSta neg. Nord Atlantico.
In Italia , marzo 1907 e' tra i piu freddi in assoluto dal 1850.
Altrettanto freddi marzo 1949 , 1971, 1987.

Tendenza stagionale Primaverile,

Marzo piuttosto freddo, con caratteristiche tipicamente invernali

Aprile piuttosto piovoso ma nel complesso piu mite/caldo .

Maggio nettamente piu caldo tra la prima e seconda decade , piu fresca la seconda meta' del mese .

Primavera 2017 potrebbe essere nel complesso leggermente sopra la media 1971/2000 tra + 0,5 e 1 grado.


In Italia Primavera nel complesso piu calde nel 2001 , 2007 e 2011 .

Presentazione del libro "E' Piôv" - Gambettola 27/01/2017

Lun, 16/01/2017 - 23:28
L'Associazione MeteoNetwork è lieta di presentare il libro "E' piôv", nato dalla collaborazione fra lo storico dialettale Paolo "Peval" Turchetti ed il meteorologo Pierluigi Randi.

L'opera accompagna il lettore in un viaggio nel mondo dei detti popolari ed i proverbi romagnoli sul tempo.

Nella serata di presentazione gli autori del libro spiegheranno, rievocando i detti ed i proverbi più famosi, quali elementi della meteorologia sono stati colti dai nostri nonni, in maniera inconsapevole, rendendoli cosi capaci di prevedere l'evoluzione del tempo semplicemente osservando la natura che li circondava.

La location dell'evento è presso il Centro Culturale Federico Fellini, corso Mazzini 75 a Gambettola (FC)

La serata è ad ingresso libero. Anteprime Allegate  

Pagine