Sostieni l'attività dell'Associazione MeteoNetwork ONLUS destinando il 5x1000 della dichiarazione dei redditi! Codice fiscale: 03968320964

Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 4 ore 48 min fa

Amarcord febbraio 2013

Gio, 26/05/2016 - 18:21
Venuto dopo il "big "febbraio 2012, febbraio 2013 è stato l'ultimo febbraio italiano molto freddo.
L'anomalie negativa sul quadro Italia è di 1,2° gradi ma il mese nel complesso ha favorito il nord,essendo stato molto freddo oltralpe.
Tuttavia anche nel CS è stato un buon mese,con anomalie negative maggiori nelle stazioni AM di media montagna e più blande in pianura,dato che non c'è stata occasione per inversioni termiche.
Ecco alcuni dati per le stazioni fra basso Lazio, Molise,Campania e Basilicata(scostamenti sulla 71/00:
Latina AFB -0,9°
Campobasso -0,9°
Grazzanise -0,8°
Pontecagnano -0,7°
Trevico -0,9°
Latronico -1,3°
Potenza -1,0°
Da segnalare,al sud,le nevicate a quote collinari fra il 7 ed il 9 ed i picchi di gelo in quota fra il 13 ed il 20(valori molto molto bassi sulle doline del Pollino,come già l'anno prima).

Africa in arrivo, ma sarà solo una parentesi

Mer, 25/05/2016 - 14:42
Ne abbiamo parlato in home page, soffermandoci anche sul dettaglio che questo primo episodio estivo porterà sul nostro Paese e, come sempre , le conseguenze saranno diverse da zona a zona. Possiamo seguire passo passo questa due giorni tutta africana in questo post, com dati e commenti. Ciaoo!!! :ciao:
Luca
Anteprime Allegate  

Clima Domanda didattica LUGLIO 2015

Mer, 25/05/2016 - 09:41
Riguardando i grafici NAO e AO del 2015, si nota che a LUGLIO 2015 la AO era negativa


ed anche la NAO era abbondantemente negativa, addirittura -2.


Ma scusate, la situazione non deve essere diametralmente opposta per favorire le risalite subtropicali alle nostre latitudini? Io sapevo che con AO e NAO negative non si instauravano figure ad omega prepotenti come quella avutasi a luglio 2015, se qualcuno può schiarirmi le idee glie ne sarei grato :) Anteprime Allegate    

i modelli matematici dell'Estate 2016

Mar, 24/05/2016 - 21:06
Sta per chiudere un Maggio che, a prescindere dalle sue anomalie terminali, ha visto protagonista di sicuro le piogge e il clima, nella sua larga parte, fresco, probabilmente il mese migliore di questo 2016 sin'ora in Italia

Dopo la scaldata, che risulterà molto rapida, i modelli indicano un inizio di Giugno, e quindi dell'Estate, instabile: il tutto a causa dell'azione dell'Alta Pressione delle Azzorre in slancio verso il Nord-Atlantico che contribuirà alla facile infiltrazione di aria fresca verso il Mediterraneo, probabilmente risulteranno le regioni settentrionali le più coinvolte da questo corridoio di instabilità, anche se stasera i modelli tendono a non escludere proprio nessuno, anzi :rolleyes; ...



più che per l'aspetto termico, che risulterà comunque , al momento, LONTANO dal caldo eccessivo, probabilmente vivremo dei primi giorni di Giugno fatti di tanti temporali; insomma, poteva iniziare peggio :P viste anche le premesse forse mai come quest'anno NERE, causa El Nino Strong appena concluso, anche se le dinamiche sia di Maggio che quelle previste sono coerenti per un Estate comunque molto calda ma fatta di alti e bassi: forti prefrontali caldi, successive entrate fresche e perturbate, temporali e poi di nuovo caldo Anteprime Allegate  

MeteoFrance down

Mar, 24/05/2016 - 11:35
Hanno hackerato il sito. Ancora adesso compare un sito di hosting al loro indirizzo

Anteprime Allegate  

Estate 2012 vs. estate 2015

Mar, 24/05/2016 - 10:13
Ecco il confronto fra due delle 3 estati italiane più calde del dopoguerra.
Sul quadro Italia,le anomalie sono sovrapponibili ma mentre spostandosi ad est ed a sud lungo lo stivale tende a prevalere l'estate 2012 sulla "comare"(peraltro caldissima ovunque),al nord(ma soprattutto al NW) è la 2015 a risultare la più calda del dopoguerra dopo la 2003.

Per l'estremo sud abbiamo questa situazione,esemplificata dalla stazione di Lamezia AM:

1994 21.3 23.0 24.9
1998 22.6 25 26.1
2003 24.6 26.3 26.3
2012 23.2 26.0 26.1
2015 22.2 26.7 25.8

L'estate 2012 lì è quindi la più calda della serie storica,davanti alla 2003 ed alla 2015.

Nell'area romana prevale la 2012(ovviamente sempre alle spalle della 2003) ma di un soffio.

Da notare che al CS le estati 1950 e 1952 sono comparabili grossomodo alle estati 1994 e 1998 ma restano un poco meno calde della 2012 e della 2015 (anche se va considerata la minore copertura di dati del dopoguerra) e ovviamente ben lontane dalla 2003,tranne forse all'estremo sud,dove qualche serie storica palermitana evidenzia per la 1950 una situazione comparabile a quella dei mostri recenti.

Tornado a Milano 23 Maggio 2016

Lun, 23/05/2016 - 17:14
Foto di poco fa, presa dal profilo di Matteo Matthäus.




E' palese che ha toccato terra, da capire gli eventuali danni per valutarne l'intensità.

Poi farò l'articolo come si deve, sono a raccogliere il materiale.

Inoltre messaggio di poco fa che mi ha mandato su FB:

L'aeorporto di Linate è bloccato, altri tornadi a Mediglia e Pantigliate



Fabri93

Come finirà questo mese? Sarà sopramedia o sottomedia?

Dom, 22/05/2016 - 14:26
Ciao a tutti, vista la prossima fiammata breve ma intensa prevista soprattutto al centro-sud, sono scattati alcuni dubbi (ovviamente parlo in generale) sul mese se finirà col segno positivo o negativo. Secondo voi, come finirà?

Mese più caldo e mese più freddo

Lun, 16/05/2016 - 15:59
Mi sono divertito a prendere in esame l'unica serie davvero completa relativamente alla mia località di residenza, la stazione appartiene alla rete ARPAL/Omirl, il periodo temporale di riferimento purtroppo è un periodo limitato (2004-2016) perché è l'unico provvisto di serie complete delle temperature. Riporto di seguito le medie giornaliere dei mesi più freddi e più caldi registrati:

Mele Omirl (località Fado, 278 m s.l.m.), collina sublitoranea, circa 5 Km in linea d'aria dal litorale, fondovalle.

gennaio più freddo: +1,7°C (2010)
gennaio più caldo: +8,0°C (2007)

febbraio più freddo: +2,3°C (2012)
febbraio più caldo: +7,5°C (2007)

marzo più freddo: +6,2°C (2013)
marzo più caldo: +10,5°C (2012)

aprile più freddo: +10,3°C (2005)
aprile più caldo: +13,6°C (2007)

maggio più freddo: +13,0°C (2004)
maggio più caldo: +16,8°C (2011)

giugno più freddo: +16,8°C (2013)
giugno più caldo: +19,2 (2012)

luglio più freddo: +19,2°C (2007)
luglio più caldo: +22,8°C (2015)

agosto più freddo: +18,7°C (2006)
agosto più caldo: +22,2°C (2012)

settembre più freddo: +15,6°C (2007)
settembre più caldo: +19,1°C (2011)

ottobre più freddo: +12,2°C (2007)
ottobre più caldo: +15,6°C (2014)

novembre più freddo: +7,6°C (2005)
novembre più caldo: +10,8°C (2014)

dicembre più freddo: +3,0°C (2010)
dicembre più caldo: +9,2°C (2015)

Il giochino è interessante perché conferma ampie variazioni nei mesi invernali (anche prossime o maggiori di 6°C a dicembre e gennaio) e più limitate nelle restanti stagioni dell'anno. Sarebbe interessante un confronto con altre località di aree diverse del nostro paese.

Tornado nel Sahara

Mar, 10/05/2016 - 22:59
Intensi temporali hanno interessato sia il Marocco che l'Algeria, documentato anche un tornado
Inondazioni, tornado e grandinate: Stati Uniti? No, Nord Africa! - MeteoGiornale.it

La prima vera perturbazione di maggio, seguiamo passo passo l'evoluzione

Mar, 10/05/2016 - 21:20
Partendo dallo spunto che ho inteso dare a partire da questo articolo pubblicato in home page, possiamo seguire in questo post l'interessante evoluzione che si prospetta sul nostro Paese per mercoledì 11 maggio e per i giorni successivi. Un caro saluto
Luca:ciao:

Nevicata a Savona - Gennaio 1956

Lun, 09/05/2016 - 21:18
Ho trovato questo video relativo ad un'antica nevicata sulla mia città natale nel Gennaio 1954

Chiedo ai più esperti di che nevicata si tratta, quella del 5 Gennaio 1954??

Proseguo di Maggio 2016, il mese della dinamicità....

Lun, 09/05/2016 - 03:45
Proseguo di Maggio 2016, il mese della dinamicità....(Maggio ortolano ?)


Il lento spostamento verso Est con entrata nel Mediterraneo della grossa saccatura nord-Atlantico - iberica (evoluzione a quasi cut-off), sarà alla base del prossimo peggioramento che ormai attende la nostra penisola per questa settimana.





Il quale sembrerebbe incisivo ed anche marcato.


Inoltre potrebbe fare da apripista ad un periodo perturbato piuttosto lungo e duraturo, l'anomalia barica che verrà a crearsi, potrebbe esser dura da scalfire.
Il tutto coadiuvato dalle ssta, perfettamente in linea con quanto previsto.
Notare le moderate anomalie negative in Nord-Atlantico centro-orientale, e alla bocca del Rodano, parte del Mediterraneo.





Mentre riguardo El Nino (ENSO), dopo averne visto uno dei più forte degli ultimi anni, l'index è in fase di calo.
Forse nel corso della stagione estiva dovremo vederlo verso la neutralità e chissà che nel prossimo Autunno, non cambi definitivamente di sesso.








____________________________________________________________ ____


E il tempo in Italia, fino dal 9 fino al 15 Maggio 2016 come potrebbe essere ??


Con grande probabilità, ormai secondo i due principali modelli matematico previsionali, Gfs ed Ecmwf, potrebbe essere come detto perturbato.
Le due visioni, sono piuttosto concordi e quindi attendibili.


Ovviamente per parlare dei dettagli, lo faremo pian piano, giorno per giorno.
Però sembrerebbe che le regioni più colpite dalle piogge e i temporali, potrebbero essere le tirreniche e liguri, dalla Liguria in giù fino alla Campania, poi tutto il Centro e sopratutto Nord.
Molto meno sulle altre zone, ma dove comunque potrebbe piovere.


Tutto dipenderà dall'eventuale posizionamento dei minimi pressori e delle gocce fredde.





Temperature che dopo una sfiaccolata sub-tropicale verso il 10-11 Maggio con forse + 32-34° al Sud Italia, si riporteranno velocemente su valori intorno alla media del periodo o leggermente al di sotto.




* Insomma, come dicevano i vecchi, Maggio ortolano, forse potrebbe andare proprio cosi, buona parte del mese.




Ps: Date sempre il giusto valore alle analisi a lungo termine, fino alle + 48H l'attendibilità può essere più o meno elevata, ma oltre regna l'incertezza, perciò è sempre meglio seguire gli aggiornamenti futuri.






Analisi a cura di Fabrizio Reali Fabri93 ©

La grandissima ondata di gelo del febbraio 2015

Ven, 06/05/2016 - 10:22
Il febbraio 2015 verrà ricordato da molti per il grande freddo e per le incredibili nevicate che hanno colpito in modo ripetuto per tutto il mese il Sud Italia. La più forte ondata di gelo fu quella dell'8-11 febbraio 2015, quando nevicò in modo abbondante sulle coste del Sud (quasi 20 cm a Reggio Calabria e Messina, record assoluto) e fece un tale freddo che in alcuni casi faceva impallidire i record precedenti. Nella mia zona fu il febbraio più freddo degli anni 2000, fu più freddo del 1981, e simile a quelli del 1956 e 1929, questi furono poco superiori non per gelo e neve, ma solo per la lunghezza del freddo. Riuscì addirittura a battere tutti i record di freddo e neve nella Piana di Gioia Tauro e a Reggio Calabria città (qui con 0ºC). I giorni clou del freddo furono il 9/10 e 20 febbraio 2015 (in quest'ultimo fu il gelo eccezionale a dominare la scena). Il freddo cominciò l'8 con la neve che nella Piana di Gioia Tauro raggiunse in nottata Palmi, Cittanova, Taurianova e Delianuova con accumuli tra 10 e 35 cm. La mattina seguente verso le 3 l'accumulo nevoso si fece di 15 cm a Palmi e Cittanova,11 cm a Taurianova e 44 cm a Delianuova; a Oppido Mamertina, Gioia Tauro e Varapodio l'acquaneve e la gragnola diventarono pioggia mista a neve. Dopo le 4:30 la neve era di 18 cm a Palmi e Cittanova, 13 cm a Taurianova e 47 cm a Delianuova; a Oppido Mamertina, Gioia Tauro e Varapodio cominciò a cadere da sola come nevischio. Alle ore 5 ci fu l'apoteosi, nella Piana di Gioia Tauro ci furono bufere di neve di un' intensità mai vista prima. Ci furono 15 cm a Gioia Tauro e Taurianova, circa 4-7 cm a Oppido Mamertina e Varapodio, circa 20-30 cm a Palmi e Cittanova, e fino a 65 cm a Delianuova(superando la storica nevicata del febbraio 2009). Alle 6 mentre in tutta la Piana c'erano ancora le bufere, a Oppido Mamertina e Varapodio le precipitazioni si fecero di nevischio, ma presto si fermò tutto. A Gioia Tauro finì alle 7, a Palmi, Cittanova e Taurianova alle 8:20, a Delianuova alle 14. Già alle 10 a Oppido Mamertina e Varapodio era quasi sciolta (infatti di solito la neve non rimane più di 1 ora). Verso le 17 ricominciò a cadere e accumulare a Palmi, Cittanova e Taurianova, mentre verso le 6 cadde nevischio durato meno di 10 minuti a Gioia Tauro, Oppido Mamertina e Varapodio. Successivamente la neve si ripresentò in nottata a Palmi e Cittanova, continuando fino alla mattina del 10/02, mentre a Delianuova c'era una media di 60 cm di neve. Oltre alle nevicate più forti di sempre, le temperature furono da record e scesero sottozero ovunque, tranne a Oppido Mamertina e Varapodio con +0,2ºC; pur superiore allo zero qui ci furono i record di freddo di sempre, almeno da fine '800. Queste nevicate hanno anche distrutto i precedenti record che appartenevano al 1915. Poi, tranne una tregua intorno al 15-16 febbraio (che pir con pioggia le temperature superavano i 16ºC), il freddo continuò imperterrito fino alla fine del mese, e addirittura fino alla metà di marzo, per poi ripresentarsi nuovamente fin quasi alla metà di aprile, facendo risultare uno degli inverni più lunghi, freddi e nevosi di sempre, tanto che in alcune notizie dicevano che fu un inverno da era glaciale al sud. A proposito del 20/02: nonostante il cielo sereno le temperature massime non superarono i 16ºC (molto raro, ma possibile), mentre le minime nelle zone soggette ad inversione termica furuno vicini a quelle del 09/02 con 0ºC a Gioia Tauro, Palmi, Cittanova, Polistena, Rosarno e Rizziconi, 1ºC a Taurianova, -2,1ºC a Delianuova, 0ºC all'aeroporto di Reggio, circa 6ºC a Catona e al centro e oltre 6ºC a Oppido Mamertina e Varapodio

Una sentenza riguardo il prossimo inverno potrebbe essere stata già scritta

Mer, 04/05/2016 - 15:29
Come da titolo, una sentenza riguardo il prossimo inverno potrebbe essere stata già scritta e riguarda in particolare il segno che la NAO potrebbe assumere a dicembre. Perché scrivo questo? Perché a partire dal 2004 il segno della NAO di aprile si è sempre riproposto in quella di dicembre, “condizionando” la parte iniziale di ogni inverno. Ecco di seguito i dati sulla NAO media mensile dei mesi di aprile e dicembre di tutti gli anni a partire dal 2004:


Anno NAO Apr NAO Dic 2004 +1.11 +1.03 2005 –0.47 –0.50 2006 +1.20 +1.15 2007 +0.04 +0.23 2008 –1.31 –0.35 2009 –0.36 –1.88 2010 –0.93 –1.80 2011 +2.55 +2.25 2012 +0.37 +0.07 2013 +0.60 +0.79 2014 +0.19 +1.63 2015 +0.64 +1.99 2016 +0.26 TBD
Fonte dei dati: ftp://ftp.cpc.ncep.noaa.gov/wd52dg/d.../tele_index.nh

Se anche quest’anno il segno della NAO di Aprile influenzerà quello della NAO di dicembre la prima parte dell’inverno trascorrerà con un valore medio della NAO ≥ +0.01, in scia a quanto avvenuto negli ultimi 5 inverni.

Seguiamo l'intensa perturbazione del Primo Maggio e la tendenza successiva

Ven, 29/04/2016 - 22:17
Un nuovo articolo è comparso in home page e ci invita ad una analisi approfondita che parte proprio dal guasto del weekend per poi lasciare aperta la strada verso l'evoluzione successiva, fino al possibile inserimento dell'anticiclone delle Azzorre a metà della prossima settimana. Buona lettura e buona discussione a tutti.:ciao:
Luca
Anteprime Allegate  

Maggio 2016:anomalie termiche e pluviometriche

Gio, 28/04/2016 - 08:37
Così un anno fa:
Maggio 2015:anomalie termiche e pluviometriche
Maggio molto sopramedia,soprattutto al sud nei primi 20 giorni ma la terza decade fu piuttosto fresca e limò l'anomalia positiva.
La prima decade a Grazzanise chiuse oltre 5° sopramedia,seconda sola alla prima del 2003.
Mese molto secco in molte zone.

Se il satellite ti dipinge un affresco

Mar, 26/04/2016 - 21:45
Le avete seguite le sequenze satellitari provenienti dal Meteosat oggi 26 aprile? Se ve le siete perse ve le ho riproposte con un inedito approfondimento in home page del quale vi anticipo questa stupenda immagine con l'aria fredda che... Buona lettura!
Luca:ciao:
Anteprime Allegate  

Riguardo al monitoraggio glaciale...

Lun, 25/04/2016 - 16:22
Oggi, leggendo un pò di storia delle funivie alpine, sono finito anche a leggere la storia della funivia del Furggen, sopra Cervinia. Vedendo le immagini sono rimasto impressionato da come si è ritirato l'omonimo ghiacciaio, dove fino a 25 anni fa si sciava tranquillamente. Devo fare i complimenti a chi si è avventurato fin lassù a fare le foto per documentare lo stato attuale della stazione e per il coraggio di andare anche nel tunnel dove io non avrei mai messo piede. Comunque ecco le foto (non penso che siano già state postate).

Fonte 1 : Die Bergstation der Furggenbahn auf 3492m und der Skitunnel













Fonte 2: ::: LV-426 // 'Sister Morphine' - Furggen Bergstation ? Alagna-freeride.com & Sommerschi.com





Fonte 3: Pista Furggen Cervinia: foto e video d'epoca - Skimania

Qual è stata l'estate più secca a livello nazionale?

Dom, 24/04/2016 - 20:53
È una domanda che mi sono sempre fatto. Ho controllato a livello regionale e l'estate più secca è stata quella del 1991. Le correnti erano state prevalentemente da nord-ovest, ma la relativa vicinanza di una LP prevalente sulla Grecia presumo abbia fatto sì che le precipitazioni al Sud fossero vicine se non superiori alla norma.

Quindi, ripongo la domanda: Qual è stata l'estate più secca a livello nazionale? Anteprime Allegate  

Pagine