Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 1 ora 24 min fa

Desidero condividere con voi questo "piccolo" record : 700 stazioni on line!

Mer, 22/10/2014 - 20:05
Ciao a tutti,
se oggi il vento spinge forte su tutto il territorio nazionale, ilvento spinge all'insù anche la rete MeteoNetwork : oggi abbiamo toccato il record delle 700 stazioni on line, tutte contemporaneamente!
Come sempre il merito è vostro che ci date questa fiducia, e la cosa più bella è che tutti possono benificiare dei riusulti in quanto le mappe sono tutte pubbliche.
Un grazie sincero a tutti i gestori, siete grandi! ;great:

Pseudo-gioco. Il vostro pensiero sull'inverno venturo con una carta-anno secondo

Mer, 22/10/2014 - 14:53
ed eccoci da un anno di distanza alla seconda edizione del giochino della carta invernale!:);d:

nella scorsa edizione ha visto vincitore proprio il sottoscritto, uno dei pochi ad aver intuito un inverno atlantico!:
Citazione: Originariamente Scritto da wtrentino Allegato 328603 vedremo a chi dovrò consegnare lo scettro invernale:P
quest'anno intanto vedo più o meno una cosa così:
Anteprime Allegate  

Gonzalo : un articolino di Lorenzo Catania in home.

Mar, 21/10/2014 - 09:27
Buongiorno!!
Lorenzo Catania fa un pò (tanta) chiarezza riguardo il nostro amico EX-URAGANO Gonzalo.
Come sempre, charo, pulito e conciso. ;great:

Nowcasting Toscana: 21-22-23 Ottobre 2014

Mar, 21/10/2014 - 08:30
diluvia!

La corrente a getto e il potere trasportante...

Lun, 20/10/2014 - 20:52
Più una massa d'aria si muove velocemente e più essa mantiene le sue caratteristiche termiche di origine...

Punto di partenza la Groellandia dove grazie ad un HP termico si hanno valori termici molto bassi, essi grazie ai forti venti vengono trasportati verso SE subendo una parziale mitigazione dapprima in oceano dove la superfice marina non riesce a raffreddarsi così velocemente come fa la terra, quindi mitiga in parte l'aria che vi affluisce, poi non appena lungo la sua traiettoria incontra solo terra, dalla Scozia alle Alpi e poi fino ai Balcani, la temperatura si mantiene quasi intatta, si mitiga ma molto poco solo per la lunga distanza percorsa, discorso diverso a sud della Alpi con il mediterraneo a ovest e la conseguente mitigazione marina unita all'effetto favonico delle Alpi fa mitigare ancora un po' l'aria in arrivo che comunque arrivando velocemente riesce a mantenere molto le sue caratteristiche di origine per il percorso fatto... :ciao:



Anteprime Allegate    

Tropical storm Tempesta fra isole Canarie e Azzorre..

Lun, 20/10/2014 - 20:28
Il ciclone extra-tropicale posizionato fra Azzorre e Canarie ha assunto caratteristiche di ciclone sub-tropicale
e ha discrete possibilita' di trasformarsi in ciclone tropicale nei prossimi
giorni.

INVEST 92L
993 hpa
45 Kts
Anteprime Allegate  

Il cammino del "figlio" di Gonzalo verso il Mediterraneo

Lun, 20/10/2014 - 18:06

Gonzalo approccia Isole Britanniche ed Europa.
I suoi resti ripiegheranno verso il Mediterraneo dando vita al vortice responsabile dell'irruento ingresso autunnale sulla nostra Penisola.
;)

Estremi che si sfiorano

Dom, 19/10/2014 - 23:20
Non si può certamente definire normale la presenza di una "588 dam" capace di abbracciare tutta la nostra penisola dopo la metà di ottobre.





Valori poco più alti attorno ai 590/592 dam sono soliti in piena estate trovarsi a "spasso" sul nord Africa in genere nei pressi delle aree desertiche di maggior convezione (e contraddistinte da depressioni termiche).

Tutto questo peraltro avviene a seguito di una stagione estiva contraddistinta da gpt inferiori alla norma e da ricorrenti situazioni di tempo instabile.

Alcuni elementi dobbiamo prendere in considerazione.

L'estate appena trascorsa ha visto la presenza di una forte anomalìa della corrente a getto a scorrere dal medio Atlantico fino al Mediterraneo e passante all'inizio della stagione proprio sul nord Africa.



Una forte corrente a getto è naturalmente motivo di scambi meridiani molto deboli e di tendenziale subsidenza delle masse d'aria calda poco distanti dal loro luogo di origine.

Le anomalìe termiche sul nord Africa nel mese di settembre erano grossomodo di quest'ordine:



L'attuale situazione che abbraccia tutt'ora il Mediterraneo centro-occidentale è il risultato di almeno 2 componenti: la prima sostanzialmente di natura troposferica conseguente alla naturale rinascita del vortice polare con asse Canada / Siberia centrale in grado di esaltare forti scambi meridiani nell'Oceano Atlantico e nei pressi delle coste Europee battuti da consistenti sinottiche meridionali:



la seconda direi stratosferica attribuibile al rinforzo della componente orientale della Qbo ormai presente anche a 50 hpa e in grado di enfatizzare i trasporti meridiani di calore.

Detto ciò tuttavia alcuni indicatori sembrerebbero deporre a favore una graduale modifica dell'attuale pattern proprio tra l'est Atlantico e l'Europa.
Il calore che finora ha presidiato l'Europa centro occidentale sembra gradualmente perdere di intensità a dimostrazione del fatto che ai 588 dam attuali estesi fino al nord Italia, andranno a contrapporsi i poco più che 584 dam nel cuore del nord Africa tra circa 6 giorni:



A ciò si aggiunga il progressivo raffreddamento dell'Europa orientale e settentrionale che verosimilmente porteranno la rinascita della corrente a getto a latitudini subtropicali in un'azione di erosione retrograda e graduale dei geopotenziali.

Per questo motivo ritengo assai verosimile la progressiva migrazione che i GM, in particolar modo ECMWF, vedono nei confronti dei massimi di gpt verso l'Oceano e gradualmente verso l'U.K. ove si vede residuare un collegamento ormai attenuato con la principale fonti di calore:



Verosimile quindi un deciso cambio stagionale verso una maggior normalità climatica anche se certamente cade l'occhio sulla relativa vicinanza (W/E) degli estremi che segneranno questa transizione. ;) Anteprime Allegate        

 

La Natura epistemica della Teoria AGW

Ven, 17/10/2014 - 14:23
Da tempo volevo porre all'attenzione di questo forum u n problema a mio parere molto importante, spesso trascurato e quindi fonte di malintesi.
La questione è di natura epistemologica, ovvero, in questo caso, che tipo di teoria è l'AGW.
Dicevo fonte di fraintendimenti perchè se non si chiarisce di cosa parliamo quando parliamo dell'AGW ci ritroviamo suddivisi come bambini in serristi, negazionisti, scettici, ecc.

La mia proposta è questa.
La moderna scienza del clima, per quanto giovane, ha già fatto passi importanti.
La moderna teoria climatica si riconosce soprattutto nell'AGW e l'IPCC nei suoi report esprime un bel sommario dell'avanzamento di tale ricerca.
La teoria AGW è una teoria che mira comprendere tutto il sistema climatico.
Ovviamente ciò non significa che i GHG spieghino tutto. I GHG hanno un peso notevole nel determinare il bilancio energetico terrestre, bilancio che poi influenza in modo non lineare il resto del sistema. La teoria quindi tenta di comprendere tutto il sistema a partire da tale importante assunto. Ovvio poi che per ogni aspetto del sistema usa i corretti strumenti di indagine e le adeguate teorie scientifici.Nelle chiare esposizioni (sommario ) dell'IPCC, che rappresentano lo stato dell'arte della teoria AGW, appare in tutta la chiarezza tale tentativo di comprendere in tutti i suoi aspetti il sistema climatico terrestre. Basta leggere l'indice del rapporto scientifico, non quello per i politici. Studiando tale Rapporto si avrebbe una prima fondamentale conoscenza del sistema climatico, secondo i più recenti studi.

Siamo d'accordo su questo?
In caso contrario,
Se la AGW non fosse una teoria globale (olistica), come potrebbe sostenere che i GHG hanno maggiore peso delle forzanti naturali negli ultimi decenni?

Unysys

Gio, 16/10/2014 - 20:18
Ma che stanno a combina'?

Mostrano SSTA da PEG che pero' in un certo senso avrebbero anche piu; senso, in atlantico, di quelle NOAA alla luce delle configurazione troposferiche previste :uh;

Migliora? non per tutti!

Gio, 16/10/2014 - 14:29
Mentre in generale, specie nei settori colpiti da forte maltempo dei giorni scorsi la situazione meteo volgerà ad un miglioramento, già in corso, una blanda circolazione sudoccidentale risalente dal Mar delle Baleari trasporterà aria umida marina nei bassi strati in direzione del Mar Ligure. La sua perpendicolarità rispetto alle prime coste esposte vede il primo settore d'interesse l'area apuana e l'immediato arco appeninico settentrionale.

L'aria umida marina trovando i primi rilievi a far da barriera ad essa viene frenata da essi ed è costretta come una spugna a spremersi su di essi, generando precipitazioni ad incremento orografico fino al cessato afflusso umido...

Ciò favorirà accumuli anche consistenti ordinari sul settore d'interesse... ;12:

Nella cartina qui sotto è possibile apprezzare l'isobara trasportatrice dell'aria umida dalle Baleari fin sull'Alta Toscana... :ciao:

Anteprime Allegate  

Temperature globali

Gio, 16/10/2014 - 09:45
Non mi pare che ci sia un thread dedicato alle temperature globali, anche se i dati, qua e là, fanno capolino nelle altre discussioni. Comincerei quindi da oggi a postare i dati che provengono ogni mese da Nasa, Noaa e Hadcrut (questi elaborati da centri UK).
Sono usciti i dati Nasa/Giss relativi a settembre che, per quanto riguarda le temperature globali di Terra e Oceani, indicano in 0,77 l'anomalia media rispetto al periodo 1951-1980.
Si tratta del più caldo settembre di sempre (cioè dal 1880), e questo valore è stato raggiunto con una combinazione dei valori non record dell'emisfero Sud e Nord. In buone parole: nè al Sud né al Nord del Globo si sono raggiunti i record di sempre, ma, a differenza di altri mesi, le anomalie meridionali e settentrionali non si sono compensate l'un l'altra, rendendo così elevatissimo il dato globale (appunto: 0,77).
In termini annuali, questo 2014 è attualmente, secondo Nasa, il secondo anno più caldo di sempre, sia come media annuale sia (come è più corretto) come media parziale (Gen-Set). Il 2014 presenta un'anomalia di 0,66, seconda al 2010 che registrò 0,68 come media parziale e 0,67 come media annuale.

Nelle prossime ore usciranno i dati Noaa, mentre gli Hadcrut in genere escono alla fine del mese. Li riporterò qua sotto.

Data.GISS: GISS Surface Temperature Analysis (GISTEMP)

Ottobre 2009, seconda decade

Mer, 15/10/2014 - 23:35
nel frattempo che stiamo vivendo, forse, l'Ottobre più caldo degli ultimi decenni (dipende gli ultimi giorni del mese cosa ci riserveranno) con una seconda decade da annali meteo, volevo un attimo, per rinfrescarci ;d:, soffermarmi su quella seconda, poco citata, decade di Ottobre di 5 anni fa

non ci fu nessuna ondata di freddo mai vista ma si trattò di una lunga sequenze di giornate piuttosto fredde per il periodo tant'è che qui da me, si è trattata non solo della decade di Ottobre più fredda registrata (dal 2001) ma la decade con lo scarto negativo maggiore dalle medie in generale ;eek::rolleyes; -5.20 (per raffronto, la prima di Febbraio 2012 chiuse a -4.85), il mese chiuse con un bel -1 (a chi si chiedeva da quanto mancano i mesi di Ottobre freschi non è da molto, sta messo peggio Novembre, dal 2007)

tutto questo perchè ci furono una serie di colate Artiche dirette fra Europa centrale e Mediterraneo in modalità che non riusciamo più a vedere di recente




diffuse massime vicine ai 10 gradi con minime non particolarmente basse a dire la verità (niente di minimamente avvicinabile al 21 Ottobre 2007, per intenderci) ma fu comunque un periodo con clima piuttosto freddo per il periodo con la prima neve al di sopra dei 700-800 metri in Appennino ... ma fu l'ultimissimo mese caratterizzato da aria fredda che colpiva la penisola in quel modo, poco dopo sarebbe cominciato il leit motiv dell'antizonalità e del gelo oltralpe ... :rolleyes;

Gli alberi in Italia: quesito per gli esperti

Mer, 15/10/2014 - 13:28
Sono anni che mi pongo queste domande.
Scusate la semplicità del discorso, ma vorrei essere chiaro e chiedo aiuto agli esperti.

1° quesito
Dopo il grande taglio dell'epoca fascista (autarchia) e degli sprovveduti anni 50-70, in Italia si è assistito ad un aumento consistente della superficie alberata, o boschiva o forestale?

Ho visto numerosi grafici e carte tematiche che dicevano questo.
Cosa ne pensate?
Ci sono studi che confermano o smentiscono?

2° quesito
Ma io aggiungo una mia considerazione empirica.
Io ricordo una pianura padana emiliana diversa quando ero piccolo.
Certamente più campagna e meno urbanizzazione, ma una campagna praticamente priva di alberi, di boschi e di foreste.
Ora viaggiando vedo nascere aree umide, nuovi boschi fluviali e soprattutto vedo una cultura del piantare gli alberi ben diversa.
Gli alberi sono aumentati in modo notevole in PP, anche se è vero che sono aumentate pure le aree urbanizzate?
Che ne dite?
Ci sono studi che confermano o smentiscono?

Grazie delle cortesi risposte:ciao:

Le piogge eccezionali nella Capitale (un'inezia in confronto...

Mar, 14/10/2014 - 22:17
...a quanto è successo da altre parti, come si leggerà).
Ecco qui
Storia delle piogge giornaliere eccezionali a Roma: quando è piovuto di più?

Abiti autunno-invernali in ...naftalina!

Mar, 14/10/2014 - 17:56
Cert'è che quando si dice , non fece l'estate....;eek:;fp:....,eccoci qui si, tra alcune piogge ma termicamente siamo in principio settembrino almeno...

quando metteremo qualcosa di piu' consono alla stagione?' Si mormoreggia, forse....e leggasi forse da meta' Novembre; mmhh...., sta' storiella se sentita gia' lo scorso anno....,ma che accade, proprio ben climaticamente parlando ?' Spiegazioni tante , esaustive...pochine in verita'. Si nota solo questa specie di "compensazione" che il clima attua, talvolta , basti vedere l'ultimo sequel ....- poco inverno-poca primavera....poca estate....poco autunno....arcipocoinverno?'..
nnooo....,non vogliamo crederci! Due di fila son troppi. Sarebbe il trionfo dei caldofili e antropogenisti...,che non me ne vogliano ma, s'è piu'attivi col freddo che col caldo. Quindi abiti riposti sino a quando..?' Nessuno ben lo sa';/: E' colpa o ne concausa o è assente , quale index ? Almeno principe...,quale,? Di questo passo, canoa fuori gia' nel week's prox.

Focus-Centro Italia... circolazione simile all'evento del novembre 2012

Mar, 14/10/2014 - 14:15
Non soffermiamoci al titolo, e non facciamoci ingannare dall'apparenza, tuttavia la circolazione di questo settore italiano attuale è molto simile a quel periodo...

E' già presente da ieri sera, lo è stato stamani o lo è ancora una certa convergenza dei venti al suolo tra la media e la bassa Toscana, di conseguenza avremo ancora in questo settore una frequente attività temporalesca semi-stazionaria in lenta traslazione verso nord... ;12:

Dicevo di non soffermarci al titolo appunto perchè non ne risultano le potenzialità simili ma solo una circolazione simile, il che è diverso negli effetti al suolo... :ciao:

Anteprime Allegate  

A rischio i Record Europei di Ottobre?

Mar, 14/10/2014 - 12:58
Probabilmente questa ondata di calore non porterà valori record per il mese di ottobre, a meno di sorprese,
ma sicuramente sarà tra le più importanti degli ultimi 100 anni tant'è che ieri sono crollati alcuni record mensili storici in alcune stazione sarde.

Nel momento in cui scrivo, i valori termometrici più elevati si stanno registrando nel palermitano (Misilmeri 35.6° l'Idrografico e 35.0° la stazione gestita dal Sias) e nel messinese.

Vediamo quali sono i valori da avvicinare ed eventualmente da superare:

Il Record Italiano, e probabilmente europeo, per il mese di ottobre appartiene alla stazione dell'Osservatorio Acque (ex Idrografico) di
Palermo Partanna Mondello con i +41.2°C del 26 ottobre 1999, unica volta nella storia climatica siciliana che si è superata la soglia dei 40° in ottobre!

Il giorno successivo, 27 ottobre 1999, la stazione aeroportuale gestita dall'Enav di Catania Fontanarossa fece registrare
il Record Italiano per le stazioni AM/ENAV con +38.6°C

Paternò con +38.3°C registrato nella I decade del 2003 detiene il record ottobrino per le stazioni gestite dal Sias.

Come temperature medie invece, l'ottobre più caldo in Sicilia, e anche a livello nazionale, fu il 2001


Sul fronte radiosondaggi questi sono i valori più alti secondo le reanalisi NCEP a Trapani Birgi dal 1900 a oggi in ottobre:
02/10/2003 25
03/10/2003 25
17/10/1993 24
14/10/1993 24
15/10/1953 24
22/10/2002 23
04/10/2006 23
27/10/1999 23
02/10/1919 23
07/10/1981 23
06/10/2007 23
01/10/1919 23
10/10/1992 22
18/10/1993 22
13/10/2000 22
10/10/1911 22
14/10/2000 22
10/10/2004 22
10/10/1958 22
16/10/1988 22


Per la cronaca, stanotte alle ore 2 locali è stata rilevata la +21.2 a 850hPa (circa 1500 m) nel radiosondaggio di Birgi.

Via alle segnalazioni

----------------------------------------------------

Temperature Massime dalle stazioni gestite dal Sias di ieri 13 ottobre 2014:
Paternò +33.2°C
Noto +32.8°C
Misilmeri +32.5°C



Over 30° di ieri presso le stazioni gestite dall'AM/ENAV:
1. Catania/Sigonella, 22 m 33,6 °C
2. Olbia/Costa Smeralda, 13 m 32,9 °C *New Record*
3. Palermo/Punta Raisi, 21 m 32,5 °C
4. Decimomannu, 28 m 31,8 °C
5. Ustica, 251 m 31,8 °C
6. Grazzanise, 10 m 30,2 °C
7. Lamezia Terme, 15 m 30,2 °C
8. Trapani/Birgi, 14 m 30,0 °C

Modelli Altro blocco ad omega molto pericoloso ?

Lun, 13/10/2014 - 17:58
Nel corso della settimana prende forma un nuovo blocco meridiano ancorato alla subtropicale africana con asse Italia-Germania-Scandinavia, in seguito ad una invasione di aria calda e secca ....

Altra azione incisiva ad opera dell'alta africana | Associazione MeteoNetwork ONLUS

:ciao:

416 mm in 12 ore,nell'alessandrino è ALLERTA METEO (Alto,basso Piemonte,alta Lombardia sotto scacco)

Lun, 13/10/2014 - 16:19





Valori non definitivi,Orba straripato,Novi ligure sott'acqua.




Fabri93

Pagine