Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 29 min 29 sec fa

Amarcord 26-27 Novembre 2013 : un anno fa

Mer, 26/11/2014 - 22:44
Mi permetto di aprire questo TD come celebrazione di questa ondata fredda che almeno da queste parti è passata alla storia per la quantità di neve che se ne ricordi per il mese di Novembre.

Elevazione spettacolare dell' Azzorriano, nucleo in quota n entrata perfetta su medio adriatico e isobare disposte in maniera perfetta per una irruzione che se fosse accaduta una decina di giorni dopo sarebbe stata certamente storica in termini assoluti.





Un paio di foto :








E da voi come andò? Anteprime Allegate        

   

Turchia: Inverno 2014/2015

Mer, 26/11/2014 - 12:45
Buongiorno a tutti, piacerebbe anche a me aprire una pagina di monitoraggio estero per questo inverno, dedicata alla Turchia. Chiaramente chiedo il benestare dei moderatori.

Clima Per far chiarezza...

Mar, 25/11/2014 - 22:51
Inizia a esserci un certo fermento riguardo alle emissioni modellistiche, nonche' una certa confusione su come andra'/cosa dovrebbe accadere per farla andare bene.... Il periodo prescelto per la prima possibile fase invernale e' intorno alla meta' della prima decade di dicembre (dal 3 in poi circa) e, ad ora, se succedesse avrebbe caratteristiche prettamente artico continentali (aria pescata come tradizione in questi casi dalla zona della Nuova Zemlja) e successiva continentalizzazione. Analizziamo passo passo.
a 96 ore GEM e GFSP sono sostanzialmente concordi mentre ECMWF e' gia' leggermente fuori linea con il lobo siberiano piu' schiacciato verso il polo piuttosto che allungato lungo la costa siberiana:


Quindi quello che dovremmo auspicare e' una leggera apertura del lobo siberiano in ECMWF. Vedendo lsituazione geopotenziale al polo, potremmo pensare che cio' sia probabile anche in Reading.

a 120 ore permane la concordanza GFSP-GEM con Reading che ovviamente aumenta la devianza dai precedenti. Stante la posizione a 96 ore, abbiamo in ECMWF unaleggera chiusura del VPT e isolamento di una cella altopressoria in zona aleutinica. In GFSP e GEM invece la posizione precedente permette una buona penetrazione di quella che in GEM e' una azione prettamente azzorriana, mentre in GFS azzorriana ibrida. Inizia quindi a delinarsi qualche differenza anche tra GFSP e GEM normali per la distanza (ma l'impianto viene comunque confermato da entrambi). Direi quindi che anche a 120h la situazione potrebbe essere piu delineata di quanto si possa pensare, con basi abbastanza salde per quella che poi dovrebbe essere la parte piu delicata: muovere in moto antizonale il nocciolo siberiano. Quello che dobbiamo sperare e' quindi un allungamento verso SW del lobo siberiano


a 144 ore le differenze aumentano anche tra GFSP e GEM. Direi quindi che il trigger e' intorno alle 130 ore. GFSP vede una vorticita' maggiore del getto canadese con leggero sprofondamento verso SE che chiude il corrodio altopressorio mentre GEM vede un getto in uscita molto veloce ma per nulla invadente. Dobbiamo quindi sperare in una minor invadenza nei pressi dell'Islanda, ma anzi a un getto il piu teso possibile intorno al lobo canadese (mi si passi il paragone ma serivrebbe un lobo canadese in prima armonica). Reading vede invece una sostanziale chiusura del VP pur in presenza di una circolazione secondaria orientale


direi che per ora conviene fermarsi alle 144 ore. Quindi, la mia teoria e':
smentita di reading alle 120 ore con azione azzorriana abbastanza ficcante
alle 144 ore impossibile dire ad ora..Senz'altro le prossime emissioni potrebbero far luce. Se il canadese non spara lp troppo a S ci si potrebbe divertire parecchio ... ;sk:

Alluvione in Marocco

Mar, 25/11/2014 - 13:10
Da segnalare, come conseguenza della situazione barica attuale, l'alluvione in Marocco con oltre 250 mm caduti in poche ore, e ben 32 morti! E la situazione potrebbe ripresentarsi durissima tra venerdì e sabato! ;eek:;eek:
<<La località più colpita è Guelmin, situata a circa 200 chilometri da Agadir, alle porte del Sahara. Elicotteri sorvolano l'area in cerca di persone che si sono salvate ma restano "circondate" dalle acque.>> (Ansa)

Ma il moderatore che fa nella vita?

Lun, 24/11/2014 - 13:13
Oltre a non sapere moderare nella vita che fa?:4;

Un importantissimo traguardo.

Lun, 24/11/2014 - 10:50
Buongiorno a tutti,
con oggi parte un'importantissima collaborazione ufficiale con Arpa Veneto : infatti i dati delle stazioni della rete Arpav saranno visibili anche sulle mappe realtime di MeteoNetwork.
Sicuramente questo rappresenta un fondamentale passo in avanti verso il miglioramento della comunicazione e della collaborazione con gli Enti pubblici e dà di certo un valore aggiunto alle stazioni dei tanti meteoappassionati che con incredibile cura e costanza tengono al meglio la propria stazione meteo.
In home vi spieghiamo meglio il progetto : I dati delle stazioni dell'Agenzia per l'Ambiente del Veneto nella Rete MeteoNetwork/Meteotriveneto | Associazione MeteoNetwork ONLUS

Osserviamo insieme il VP da Ottobre 2012 fino a oggi

Lun, 24/11/2014 - 00:00
Ciao a tutti, osservando l'andamento medio dell'attività del Vortice Polare negli ultimi due anni, ho come tutti constatato la costante vivacità del getto in uscita dagli states, e la tendenza allo schiacciamento delle onde in corrispondenza dell'Atlantico, che ha portato a due inverni, pur piuttosto diversi tra loro almeno come incisività sul nostro comparto (il 2012-2013 non si può certo dire che sia stato un cattivo inverno nel complesso), dominati dalla latitanza di una wave 2 tropo che fosse incisiva: se si guarda fotogramma per fotogramma l'andamento di questi due ultimi due anni non si può fare a meno di notare la tendenza della fascia altopressoria subtropicale atlantica ad essere continuamente schiacciata e spesso deviata verso Est dall'impeto del getto "atlantico", ovviamente con modalità dettate caso per caso dalla particolare situazione contingente, ma guardando le cose nel complesso si nota proprio la difficoltà dell'onda 2 ad entrare in fase con quella pacifica, quindi a volte si creano microfratture del VP, a volte si generano "mostri" come quello dell'ultimo inverno... ma comunque sono state inibite le "alzate di cresta" dell'onda 2.
Qualcosa però si nota proprio negli ultimi fotogrammi, quelli relativi all'ultimo mese: a intuito sembrano le tipiche mosse che preludono a un blocco più organizzato, anche se non si può certo dire se esso avrò luogo e soprattutto quanto forte e duraturo potrà essere, considerata anche la tendenza ad avere un surplus di calore latente a disposizione nell'Emisfero Nord fino all'inizio della stagione invernale che, come ho letto per esempio da Mat69, diciamo che "spariglia" abbastanza le carte in tavola.
Ho messo su proprio adesso un video dell'animazione dell'altezza del geopotenziale a 500hPa da Ottobre 2012 fino ad oggi, secondo me è molto interessante ed esplicativo, e consente di vedere "da lontano" e su lungo periodo tutto l'andamento del VP in questi ultimi due anni.
Ecco il link:


500hpa geopotential and sea level pressure animation from Oct. 1, 2012 to Nov. 23, 2014 - YouTube


Spero che sia utile, e invito chi ne sa molto più di me a dire la sua nel merito!

Seguiamo i modelli: INVERNO 2014-15

Dom, 23/11/2014 - 22:59
Dal momento che il td di sponsi è stato chiuso a causa di terzi ;fp:, ripartiamo da qui per parlare di modelli riguardo l'Inverno a cui stiamo per andare incontro

cercherò di vedere i questi il meno possibile nei prossimi giorni, parlo per me ;d: ma più che altro perchè siamo in una situazione di stallo talmente noiosa che si protrae da quasi l'inizio dell'Autunno che francamente fino a che le carte non mostrano scenari freddi o pertubato/freddi al di sotto delle 120 ore farò fatica a gioire o esaltarmi ;12:

per ora comunque i modelli a lungo termine termine propongono l'inizio di un periodo di zonalità alta per i primi di Dicembre che, in ECMWF, potrebbe portare addirittura ad una retrogressione fredda da Est ... questo dopo l'ennesima e inutile Sciroccata che sancisce la chiusura del Novembre Italiano più caldo dal Dopoguerra (batterà penso pure il Novembre 1963)

*faccina che vomita*

:10;

Giappone 2014/2015

Dom, 23/11/2014 - 22:24
Dato che c'è un 3d sull'inverno nordamericano 2014/2015, che ne dite se ne apriamo uno anche sul Giappone?
Come è noto, Sapporo non ha eguali come media nevosa annua (9 metri).
Ultimo dato alle 5:30 locali Sapporo -5°C molto nuvoloso

Neve a Ponza 31 Gennaio 1999

Dom, 23/11/2014 - 22:19
https://www.youtube.com/watch?v=iE5w2nxdxU4&ap=%2526fmt%223D&ap=%2526fmt%3D22">https://www.youtube.com/watch?v=iE5w2nxdxU4&ap=%2526fmt%223D&ap=%2526fmt%3D22" type="application/x-shockwave-flash" width="425" height="350">


https://www.youtube.com/watch?v=iE5w2nxdxU4

Il freddissimo dicembre 1990 in Spagna

Dom, 23/11/2014 - 09:38
Non sono molti i mesi invernali successivi agli anni 60' con media minime negativa a Madrid,Leon e Valladolid.
A parte il dicembre 2001 veramente storico da quelle parti(non ci furono grosse nevicate,a differenza di quanto è successo in vari inverni anni 80' e più di recente nel 2005,nel 2008/09 e nel 2009/10 ma è stato il dicembre più freddo del dopoguerra in tutto il centronord del Paese),un mese gelido nella Spagna centrale(ma con ondate di freddo anche nel sud)è stato dicembre 1990.
I maggiori picchi di freddo nell'inverno 1990/91 in Spagna(praticamente l'unico sottomedia in quel decennio ad inverni iberici prevalentemente miti)furono concentrati in dicembre:
Clima en Madrid / Barajas durante Diciembre de 1990 - datos climáticos históricos

Algeri: 27°C a mezzanotte

Dom, 23/11/2014 - 00:12
Sera gente, volevo segnalarvi le strabilianti performances di Algeri degli ultimi giorni. La minima del 23/11 è stata di 19°C, tra l'altro registrati con cielo sereno e calma di vento, la massima ha toccato i 28°C, valore da piena estate. A mezzanotte la stazione meteorologica segna 27°C con vento forte da sud e umidità del 19%, temperatura superiore a quella registrata nella maggior parte delle serate di agosto allo stesso orario. Proprio parlando della città nordafricana, i picchi di calore più estremi li raggiunge spesso nei mesi di maggio, settembre e ottobre, quando gli scambi meridiani sono più accentuati rispetto ai mesi centrali estivi. Da notare che le medie estive di Algeri sono addirittura inferiori a quelle di molte città costiere e non dell'Italia meridionale, mentre quando i venti girano a sud o a sud ovest le temperature schizzano su valori stellari.
Comunque credo che si stia per frantumare il record delle minime di novembre. Chi avesse più informazioni a riguardo le riporti nel thread :ciao:

Modelli Rinnovata la sezione modelli :-)

Ven, 21/11/2014 - 18:46
Buonasera a tutti,
questo pomeriggio è stata rilasciata on line la nuova versione del template della pagina dei modelli, totalmente rinnovata e migliorata nella navigazione, così trovate le mappe "nevose" prima di tutti! :p;:p;
Andare qui Modelli meteorologici - MeteoNetwork per poter (spero) apprezzare il lavoro fatto dallo staff tecnico.
E adesso trovate la neve, possibilmente su Mantova please! ;d:;d:;d:;d:

Amarcord: 9 anni fa, quando ci mancava la zonalità persistente

Ven, 21/11/2014 - 01:34
Cari amici, è con tanta nostalgia che ripropongo all'attenzione di voi tutti un TD di 9 anni fa, in cui si lamentava la mancanza della zonalità persistente.
Fa un certo effetto leggere certi interventi (anche perché testimonianza di... "come eravamo"), oggi che si rimpiange invece ben altro genere di dinamiche....:

Vita dura per una zonalità persistente, old style....

;)

Il cammino dell'inverno 2014/15

Gio, 20/11/2014 - 20:58
Direi amici sia arrivato il momento..ci siamo ormai inauguro questo post e spero che ci porti un'annata diversa rispetto alla passata stagione,molti outlook sono usciti altri ne arriveranno e mi sembra che la dinamicita' potrebbe essere presente e magari con alcune buone opportunita' chissa'..
partiamo stasera dalle GEM serali,che mostrano il corridoio nord-atlantico e alcune velleita' orientali,magari appena le vorticita' allentano un poco o diventano temporaneamente stazionarie,qualcosa di buono a dicembre potrebbe scapparci..chissa




:ciao: Anteprime Allegate  

Previsioni stagionali per l'Inverno 2014-2015, indicazioni interessanti

Mer, 19/11/2014 - 23:13
PREMESSA
In questi ultimi mesi abbiamo lavorato sul sistema previsionale correggendone alcuni difetti (a cui si doveva l'errore dello scorso anno) ed ottenendo i miglioramenti sperati.
Principale caratteristica della previsione è la sua elevata definizione spaziale, con anomalie di temperature e precipitazioni calcolate su una griglia di 0.25°x0.25° (circa 25 km x 25 km).
Per quanto riguarda la sua affidabilità, nel 47% dei casi il trimestre invernale risulta previsto in modo corretto, a livello qualitativo, su tutto il campo di analisi (30-75N, 30W-40E). Nell’87% dei casi l’inverno è previsto correttamente sul 67% del campo d’analisi. Solo nel 13% dei casi la previsione risulta errata.



PREVISIONE


Pressione e temperatura in quota (media di riferimento 1981-2010)
anomalia di altezza geopotenziale a 500hPa anomalia di pressione a livello del mare anomalia di temperatura a 850hPa Si prevede un inverno caratterizzato da pressione sotto la media su Atlantico e Mediterraneo centro-occidentale. Più frequenti della norma risulteranno invece le aree anticicloniche sulla Scandinavia e alle latitudini polari.
Se tale proiezione sarà confermata, le correnti più fredde scorreranno prevalentemente sull’Europa settentrionale, mentre il Mediterraneo sarà frequentemente interessato da più miti flussi occidentali o sud-occidentali.
A livello di indici climatici tale configurazione è associabile ad Arctic Oscillation negativa (-1.26), East Atlantic positiva (+0.90), Scand positiva (+0.62).
Ricordiamo però che la previsione riguarda la media sull’intero trimestre e che quindi, anche nel caso risultasse corretta, si potranno manifestare fasi di tipologia decisamente differente o addirittura opposta, ma che comunque non risulterebbero prevalenti. La fase negativa dell’Arctic Oscillation potrebbe ad esempio innescare irruzioni di aria artica anche sul Mediterraneo mentre la fase positiva dello Scand favorire infiltrazioni di aria fredda di origine continentale verso la Pianura Padana.


Temperature (anomalie rispetto alla media 1981-2010):

Temperature sotto la media sull’Europa settentrionale, superiori alla norma sulle restanti regioni. Anomalie termiche positive sono attese su gran parte d’Italia, con l’eccezione del settore Alpino.


Precipitazioni, anomalie rispetto alla media 1981-2010, in percentuale:

Precipitazioni superiori alla norma sull'Europa meridionale, inferiori alla media altrove. In Italia si prevede un inverno con precipitazioni prossime alla norma sul meridione, superiori alla media altrove, con scarti maggiori sul Nord Italia, specie sui settori esposti alle correnti sud-occidentali.


Nord Italia
Secondo la nostra proiezione l’inverno 2014-2015 sarà caratterizzato dal frequente passaggio di perturbazioni, spesso pilotate da correnti sud-occidentali. In tale contesto potrebbero inserirsi nuovi eventi intensi nelle aree esposte a Sud-Ovest (Liguria e alta Toscana in primis).
Sul settore alpino, prealpino e sul Nord-Ovest, dove le temperature dovrebbero risultare prossime o inferiori alla media, ci aspettiamo un inverno ricco di neve. Le occasioni per nevicate potrebbero invece essere decisamente rare sulle pianure del Nord-Est.

Per le altre mappe ed ulteriori commenti vai all'ARTICOLO COMPLETO

A presto Anteprime Allegate        

 

ORAMAI, AL RIALZO PRESSORIO C'E' SEMPRE LEI....(l'AFRO)

Mer, 19/11/2014 - 09:42
Se puo', quest'ennesima azione cui assisteremo nelle prox ore, di miglioramento, benvenuto senza dubbio ed agogniato per le abbondandissime precipiatazioni che tanti danni hanno apportato, è pero' e sara' nei prossimi giorni, indotto se si va' ad osservare la situaz., nuovamente dal "piglio" dell'Alta Africana,che complice anche la forte depressione in atto e che s'evolvera' sull'England, riportera' con tutta probabilita', come detto si' miglioramento ma forse anche dei nuovi sopramedia termici specie diurni,perche' ipotizzo che le minime con ciel sereno e sgombro da nubi, nel periodo in cui siamo non tendano a tenersi alte. Ma è l'aspetto della continua presenza di questo tipo d'hp, onnipresente e quindi non solo da target estivo. E vero che è inserita nella tipologia configurativa che va' delineandosi ma cio' non diminuisce cmq la frequenza o ne scaccia, a mio avviso , il domandarsi del perche' sia cosi' assidua, al posto d'un vecchio azzorriano che ripristinava un tempo le cose ,dopo fasi come le trascorse. Dall' Atlantico quindi, all'Afro....e viceversa. La delocation quindi della fig. Azzorriana e quindi solo un azzardo ipotetico?
O c'è, effettivamente del vero nell'asserirlo? Il dubbio permane ma certamente tali dinamiche lo rafforzano, quando non dipanano del tutto. Cio' depone anche a favore degli ultimi rialzi termici autunnali osservati. Non credo che nei passati decenni, quando i fronti ben numerati, dai compianti Bernacca & Baroni, sfilavano ben da ovest ad est, avessero un ripristino pressorio d'egual fattura. Era, l'espansione Azzorriana a farlo. Ora l'Afro ci domina. Sono pochi i dubbi residui.

C'è chi è ... "al secco" ?

Mar, 18/11/2014 - 15:07
ebbene ... mentre questo Autunno passerà alla storia per questo binomio Ottobre-Novembre caldissimo (ringraziamo l'ultima decade di Ottobre se no avrebbe raggiunto apici veramente mai visti in Autunno) e per le piogge alluvionali su molte regioni del Nord e anche peninsulari in alcune occasioni ... ci sono regioni e aree, come la mia ;d: che stanno facendo registrare un trimestre Autunnale ... fra i più ... SECCHI ?!? Eh si ;as:

"secco" diciamo che è un parolone, considerando che ormai anche qui stiamo per raggiungere la media annua grazie all'Estate instabile e all'Inverno piovoso ma, i dati dicono (i miei)

Settembre: 110.5 mm
Ottobre: 2.3 mm (L'OTTOBRE PIU' SECCO DAL 1969 A NAPOLI ;v: battuti 2001 e 1995)
Novembre, per ora: 83.4 mm su una media di 156 mm però :rolleyes; mentre mezza Italia s'è alluvionata qui sti giorni pioggerelle ridicole ... mha ;/:

accumuli Settembre + Ottobre + Novembre dal 2001 in poi (miei dal 2004, 2001 2002 e 2003 stazione meteo accanto)

2001: 335.8 mm
2002: 261.4 mm
2003: 306.2 mm
2004: 369.8 mm
2005: 493.6 mm
2006: 328.8 mm
2007: 230.4 mm
2008: 294.1 mm
2009: 397.5 mm
2010: 479.9 mm
2011: 226.2 mm
2012: 384.0 mm
2013: 415.5 mm
2014: PER ORA 196.2 mm :rolleyes;

è l'Autunno più secco ALMENO dall'inizio del nuovo millennio, è comico perchè ovunque si sente di alluvioni ... c'è qualcuno che è in questa situazione di controtendenza come me ?

Quali sono i vostri accumuli dall'inizio dell'Autunno ?

L'ondata di maltempo in Italia vista dall'estero

Dom, 16/11/2014 - 20:45
Molto bello questo servizio della BBC sul grave maltempo che ormai ci sta flagellando da giorni

BBC Weather - Italy floods

Assolutamente degna di nota la chiarezza (senza scadere in tecnicismi) con cui vengono esposte le cause dell'ondata di maltempo in un servizio di oltre due minuti (ormai qui nemmeno le previsioni per la meteo a casa nostra durano tanto, vabbè ;fp:)

Pagine