Sostieni l'attività dell'Associazione MeteoNetwork ONLUS destinando il 5x1000 della dichiarazione dei redditi! Codice fiscale: 03968320964

Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 2 ore 13 min fa

Tornado nel Sahara

Mar, 10/05/2016 - 22:59
Intensi temporali hanno interessato sia il Marocco che l'Algeria, documentato anche un tornado
Inondazioni, tornado e grandinate: Stati Uniti? No, Nord Africa! - MeteoGiornale.it

La prima vera perturbazione di maggio, seguiamo passo passo l'evoluzione

Mar, 10/05/2016 - 21:20
Partendo dallo spunto che ho inteso dare a partire da questo articolo pubblicato in home page, possiamo seguire in questo post l'interessante evoluzione che si prospetta sul nostro Paese per mercoledì 11 maggio e per i giorni successivi. Un caro saluto
Luca:ciao:

Nevicata a Savona - Gennaio 1956

Lun, 09/05/2016 - 21:18
Ho trovato questo video relativo ad un'antica nevicata sulla mia città natale nel Gennaio 1954

Chiedo ai più esperti di che nevicata si tratta, quella del 5 Gennaio 1954??

Proseguo di Maggio 2016, il mese della dinamicità....

Lun, 09/05/2016 - 03:45
Proseguo di Maggio 2016, il mese della dinamicità....(Maggio ortolano ?)


Il lento spostamento verso Est con entrata nel Mediterraneo della grossa saccatura nord-Atlantico - iberica (evoluzione a quasi cut-off), sarà alla base del prossimo peggioramento che ormai attende la nostra penisola per questa settimana.





Il quale sembrerebbe incisivo ed anche marcato.


Inoltre potrebbe fare da apripista ad un periodo perturbato piuttosto lungo e duraturo, l'anomalia barica che verrà a crearsi, potrebbe esser dura da scalfire.
Il tutto coadiuvato dalle ssta, perfettamente in linea con quanto previsto.
Notare le moderate anomalie negative in Nord-Atlantico centro-orientale, e alla bocca del Rodano, parte del Mediterraneo.





Mentre riguardo El Nino (ENSO), dopo averne visto uno dei più forte degli ultimi anni, l'index è in fase di calo.
Forse nel corso della stagione estiva dovremo vederlo verso la neutralità e chissà che nel prossimo Autunno, non cambi definitivamente di sesso.








____________________________________________________________ ____


E il tempo in Italia, fino dal 9 fino al 15 Maggio 2016 come potrebbe essere ??


Con grande probabilità, ormai secondo i due principali modelli matematico previsionali, Gfs ed Ecmwf, potrebbe essere come detto perturbato.
Le due visioni, sono piuttosto concordi e quindi attendibili.


Ovviamente per parlare dei dettagli, lo faremo pian piano, giorno per giorno.
Però sembrerebbe che le regioni più colpite dalle piogge e i temporali, potrebbero essere le tirreniche e liguri, dalla Liguria in giù fino alla Campania, poi tutto il Centro e sopratutto Nord.
Molto meno sulle altre zone, ma dove comunque potrebbe piovere.


Tutto dipenderà dall'eventuale posizionamento dei minimi pressori e delle gocce fredde.





Temperature che dopo una sfiaccolata sub-tropicale verso il 10-11 Maggio con forse + 32-34° al Sud Italia, si riporteranno velocemente su valori intorno alla media del periodo o leggermente al di sotto.




* Insomma, come dicevano i vecchi, Maggio ortolano, forse potrebbe andare proprio cosi, buona parte del mese.




Ps: Date sempre il giusto valore alle analisi a lungo termine, fino alle + 48H l'attendibilità può essere più o meno elevata, ma oltre regna l'incertezza, perciò è sempre meglio seguire gli aggiornamenti futuri.






Analisi a cura di Fabrizio Reali Fabri93 ©

La grandissima ondata di gelo del febbraio 2015

Ven, 06/05/2016 - 10:22
Il febbraio 2015 verrà ricordato da molti per il grande freddo e per le incredibili nevicate che hanno colpito in modo ripetuto per tutto il mese il Sud Italia. La più forte ondata di gelo fu quella dell'8-11 febbraio 2015, quando nevicò in modo abbondante sulle coste del Sud (quasi 20 cm a Reggio Calabria e Messina, record assoluto) e fece un tale freddo che in alcuni casi faceva impallidire i record precedenti. Nella mia zona fu il febbraio più freddo degli anni 2000, fu più freddo del 1981, e simile a quelli del 1956 e 1929, questi furono poco superiori non per gelo e neve, ma solo per la lunghezza del freddo. Riuscì addirittura a battere tutti i record di freddo e neve nella Piana di Gioia Tauro e a Reggio Calabria città (qui con 0ºC). I giorni clou del freddo furono il 9/10 e 20 febbraio 2015 (in quest'ultimo fu il gelo eccezionale a dominare la scena). Il freddo cominciò l'8 con la neve che nella Piana di Gioia Tauro raggiunse in nottata Palmi, Cittanova, Taurianova e Delianuova con accumuli tra 10 e 35 cm. La mattina seguente verso le 3 l'accumulo nevoso si fece di 15 cm a Palmi e Cittanova,11 cm a Taurianova e 44 cm a Delianuova; a Oppido Mamertina, Gioia Tauro e Varapodio l'acquaneve e la gragnola diventarono pioggia mista a neve. Dopo le 4:30 la neve era di 18 cm a Palmi e Cittanova, 13 cm a Taurianova e 47 cm a Delianuova; a Oppido Mamertina, Gioia Tauro e Varapodio cominciò a cadere da sola come nevischio. Alle ore 5 ci fu l'apoteosi, nella Piana di Gioia Tauro ci furono bufere di neve di un' intensità mai vista prima. Ci furono 15 cm a Gioia Tauro e Taurianova, circa 4-7 cm a Oppido Mamertina e Varapodio, circa 20-30 cm a Palmi e Cittanova, e fino a 65 cm a Delianuova(superando la storica nevicata del febbraio 2009). Alle 6 mentre in tutta la Piana c'erano ancora le bufere, a Oppido Mamertina e Varapodio le precipitazioni si fecero di nevischio, ma presto si fermò tutto. A Gioia Tauro finì alle 7, a Palmi, Cittanova e Taurianova alle 8:20, a Delianuova alle 14. Già alle 10 a Oppido Mamertina e Varapodio era quasi sciolta (infatti di solito la neve non rimane più di 1 ora). Verso le 17 ricominciò a cadere e accumulare a Palmi, Cittanova e Taurianova, mentre verso le 6 cadde nevischio durato meno di 10 minuti a Gioia Tauro, Oppido Mamertina e Varapodio. Successivamente la neve si ripresentò in nottata a Palmi e Cittanova, continuando fino alla mattina del 10/02, mentre a Delianuova c'era una media di 60 cm di neve. Oltre alle nevicate più forti di sempre, le temperature furono da record e scesero sottozero ovunque, tranne a Oppido Mamertina e Varapodio con +0,2ºC; pur superiore allo zero qui ci furono i record di freddo di sempre, almeno da fine '800. Queste nevicate hanno anche distrutto i precedenti record che appartenevano al 1915. Poi, tranne una tregua intorno al 15-16 febbraio (che pir con pioggia le temperature superavano i 16ºC), il freddo continuò imperterrito fino alla fine del mese, e addirittura fino alla metà di marzo, per poi ripresentarsi nuovamente fin quasi alla metà di aprile, facendo risultare uno degli inverni più lunghi, freddi e nevosi di sempre, tanto che in alcune notizie dicevano che fu un inverno da era glaciale al sud. A proposito del 20/02: nonostante il cielo sereno le temperature massime non superarono i 16ºC (molto raro, ma possibile), mentre le minime nelle zone soggette ad inversione termica furuno vicini a quelle del 09/02 con 0ºC a Gioia Tauro, Palmi, Cittanova, Polistena, Rosarno e Rizziconi, 1ºC a Taurianova, -2,1ºC a Delianuova, 0ºC all'aeroporto di Reggio, circa 6ºC a Catona e al centro e oltre 6ºC a Oppido Mamertina e Varapodio

Pagine