Sostieni l'attività dell'Associazione MeteoNetwork ONLUS destinando il 5x1000 della dichiarazione dei redditi! Codice fiscale: 03968320964

Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 24 min 17 sec fa

Seguiamo qui questo periodo SENZA PRECEDENTI...

Lun, 08/12/2014 - 21:22
Buonasera a tutti,
comincio subito con alcuni dati:
Inverno 2013-14 il più caldo di sempre in Romagna e il 2 dopo il 2006-07 a livello nazionale.
Autunno 2014 più caldo di sempre in Romagna e a livello nazionale.
Novembre 2014 il più caldo di sempre in Romagna e a livello nazionale.
Anno 2014 il più caldo di sempre (dal 1800) in Romagna e a livello nazionale.
Prima decade di dicembre più calda di sempre in Romagna e a livello nazionale (a questo punto molto probabile anche il mese intero di dicembre).
Siamo all'8 dicembre e sulle Alpi e appennini non vi è neve sotto i 2000 metri, pur in presenza di un periodo con precipitazioni molto abbondanti, quasi eccezionali(cosa ancora più ASSURDA E ANOMALA).
Ecco non era MAI successo almeno negli ultimi 100 anni di avere record di caldo cosi numerosi e ravvicinati nel giro di un anno e non parliamo di aree ristrette ma dell'italia intera e forse anche dell'europa.
Penso che ci siano pochi dubbi nel credere che stiamo vivendo da circa un anno e forse più (da ottobre 2013) un periodo meteo-climatico davvero senza PRECEDENTI e ASSOLUTAMENTE NUOVO anche rispetto agli ultimi anni già comunque influenzati da un riscaldamento rispetto ai decenni precedenti.
A questo punto oltre a seguire l'evoluzione di questo "inverno" 2014-15, a parer mio sarebbe interessante anche utilizzare questo td come monitoraggio di una fase ripeto NUOVA e vedere dove ci porterà, evidenziando qui altri eventuali record di caldo sia nazionali che regionali.
Questa è una mia proposta che può essere accolta o meno.
So che molti diranno che un anno è troppo poco per trarre conclusioni e appunto per questo che utilizziamo questo td come monitoraggio per vedere se si rientrerà a breve nei ranghi del già caldo clima degli ultimi anni,oppure sia l'inizio di qualcosa di diverso.
Mi dispiacerebbe però ricevere le solite risposte acide e negazioniste o anche vedere cancellato o spostato questo td, poichè significherebbe che in questo forum le vicende meteo non interessano più di tanto.
Invece io sono ancora fiducioso su questo punto..:ciao:

Clima Serie storiche temperature principali paesi europei

Lun, 08/12/2014 - 16:39
Vorrei chiedere a qualche utente esperto o privilegiato
come accedere a dati storici sul clima dei paesi europei.
Sono interessato alle temperature medie giornaliere di Italia, Francia, Germania, Svizzera, Austria, e altri paesi. Ci sono alcuni siti a pagamento, ma non ho bisogno di particolari dettagli regionali o locali (che pure sono importanti), nè sono interessato a variazioni orarie.
Grazie in anticipo per la vostra attenzione e i vostri eventuali consigli
Lagatta

MMW: è ora di sfatare il mito.

Lun, 08/12/2014 - 14:51
Visto che stiamo entrando lentamente in periodo WARMING ho letto di qualcuno che nei sociale network associa già un possibile MMW(peraltro ancora non certo) a un grosso/i evento invernale. Ma perchè la gente crede ciò? Ebbene ho constatato che MMW non vuole affatto dire grande inverno come già detto da altri. Ma volevo aprire un vero spunto di discussione su tutto l'argomento.
Qui l'archivio:
North Pole temperatures • Atmospheric DynamicsÂ*•Â*Department of Earth Sciences

Mentre mi pare di essenziale importanza ricordare anche la definizione di MMW:

These occur when the westerly winds at 60N and 10hPa (geopotential height) reverse, i.e. become easterly. A complete disruption of the polar vortex is observed and the vortex will either be split into daughter vortices, or displaced from its normal location over the pole.
According to the World Meteorological Organization's Commission for Atmospheric Sciences (Mclnturff, 1978): a stratospheric warming can be said to be major if 10 mb or below the latitudinal mean temperature increases poleward from 60 degree latitude and an associated circulation reversal is observed (that is, the prevailing mean westerly winds poleward of 60 latitude are succeeded by mean easterlies in the same area).

Solidarietà a www.meteovalnure.it

Lun, 08/12/2014 - 13:20
Con questo post desidero dare tutta la mia solidarietà agli Amici di MeteoValnure.
Nei giorni scorsi uno sconsiderato ha ben pensato di rovinare il frutto di tanto lavoro svolto in tanti mesi hackerando il sito rendendolo quindi irraggiungibile e comporomettendone tutti i contenuti.
Certe sporche azioni sono assolutamente inaccettabili in quanto vili e vigliacche, non ci sono giustifiche di nessun genere per la persona che ha potuto fare tutto questo.
Ora è tutto da rifare, ci sarà tanto altro lavoro da fare ma ritorneranno on-line, alla faccia di chi ha tentato di rendere vana tutta la fatica fatta.
Intanto potete seguirli su Facebook : https://www.facebook.com/pages/Meteo...377119?fref=ts
Se poi qualche esperto sulla realizzazione di siti ha buona volonta per pensare a dedicare del tempo a dare una mano, mi contatti in privato.
Sono molto dispiaciuto per tutta questa storia, non è possibile che si compiano azioni così sporche e vigliacche.

Enea: Italia e altri paesi del ne euro, come il n. Africa!

Sab, 06/12/2014 - 10:43
La cito cosi' come l'ho appresa, dall'Adikronos, ed è uno studio condotto dall'Ente e da poco pubblic., Articolo: " Evidenze Solide dell'Espansione e ritiro del Clima Mediterraneo nel 21° secolo " del Novembre 14'. ricercatore , Andrea Alessandrini-
---------------------
Lo studio evidenzia l'imminente impatto gia' in questo secolo, con proiez. climatiche effettuate con basi di modelli numerici in grado di accoppiare le simulazioni atmosferiche con quelle Oceaniche. Questo studio evidenzia il fatto che per la 1a volta viene fornita la prova evidente in tali proiezioni, dello spostamento del Clima del basso Mediterraneo, quindi delle coste Africane settentrionali, verso regioni del Nord-N. est italiano e progressivo innalzamento della media termica come in quelle aree. Risentimento persino in paesi piu' distanti, come Ucraina , Kazakistan e Russia Sud Occident., caratterizzato da un aumento delle T° nell'arco annuale ma specialmente estivo. Ad ognuno, le proprie conclusioni.

Medie Milano Linate 1971-2000

Sab, 06/12/2014 - 00:59
Ho ricevuto informazioni circa una siepe che faceva sovrastimare le temperature alla stazione meteo di Linate e che quindi le medie 71-2000 vanno ritoccate verso il basso di mezzo grado. Qualcuno saprebbe darmi qualche informazione in più? Grazie in anticipo!!

Clima 2014 sulla buona strada per essere uno dei più caldi, forse più caldo...

Sab, 06/12/2014 - 00:59
Il 2014 è sulla buona strada per essere uno dei più caldi, se non il più caldo, registrato, secondo le stime preliminari della World Meteorological Organization (WMO). Ciò è dovuto registrare alte temperature superficiali del mare globali, che molto probabilmente rimarrà sopra normale fino alla fine dell'esercizio. Le alte temperature del mare, insieme ad altri fattori, hanno contribuito a eccezionalmente forti piogge e inondazioni in molti paesi e di estrema siccità in altre.Dichiarazione provvisoria della WMO sullo stato del clima globale nel 2014 ha indicato che la temperatura media globale sulla terra e sul mare di superficie per gen-Ott era di circa 0,57 ° centigradi (1,03 Fahrenheit) sopra la media di 14,00 ° C (57,2 ° F) per il periodo 1961-1990 di riferimento, e 0,09 ° C (0,16 ° F) al di sopra della media degli ultimi dieci anni (2004-2013).
Se novembre e dicembre mantengono la stessa tendenza, poi 2014 sarà probabilmente il più caldo mai registrato, in vista del 2010, 2005 e 1998. Ciò conferma la tendenza al riscaldamento a lungo termine. E 'importante notare che le differenze nella classifica degli anni più caldi sono una questione di pochi centesimi di grado, e che diversi set di dati mostrano leggermente diverse classifiche.
Gen-ott Le temperature elevate si sono verificati in assenza di un pieno di El Niño-Southern Oscillation (ENSO). ENSO si verifica quando più calde della media temperature della superficie del mare nel Pacifico tropicale orientale si combinano, in un ciclo di auto-rafforzamento, con sistemi a pressione atmosferica, influenzando così i modelli climatici a livello globale. Nel corso dell'anno, le temperature in superficie del mare è aumentato quasi di soglie di El Niño, ma questo non è stato accoppiato con una risposta atmosferico. Tuttavia, molti meteorologici e climatici modelli normalmente associati a El Niño / Southern Oscillation (ENSO) sono stati osservati in molte parti del mondo.
"Le informazioni provvisorio per il 2014 significa che quattordici dei quindici anni più caldi mai registrati si sono tutti verificati nel 21 ° secolo", ha detto WMO segretario generale Michel Jarraud. "Non c'è sosta in riscaldamento globale," ha detto.
"Quello che abbiamo visto nel 2014 è in linea con quello che ci aspettiamo da un clima che cambia. Calore da record combinato con piogge torrenziali e inondazioni distrutto i mezzi di sussistenza e vite rovinate. Che cosa è particolarmente insolito e allarmanti di quest'anno sono le alte temperature di vaste aree della superficie dell'oceano, tra cui nell'emisfero settentrionale ", ha detto.
"le emissioni di gas a effetto serra di documenti ad alta e concentrazioni atmosferiche associate stanno commettendo il pianeta ad un futuro molto più incerto e inospitale. WMO ei suoi membri continueranno a migliorare le previsioni e servizi per aiutare le persone ad affrontare atmosferiche e climatiche estreme condizioni più frequenti e dannosi ", ha detto Jarraud.
La dichiarazione provvisoria è stata pubblicata per informare i negoziati annuali sul cambiamento climatico che si svolgono a Lima, in Perù. WMO ha anche aggiornato le sue relazioni meteo acclamati per la serie Future, con scenari per il tempo nel 2050 sulla base della relazione di valutazione Quinta dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, che è co-sponsorizzato dalla WMO e dell'UNEP. Report appena aggiunti sono per il Perù, la Francia, Vietnam, Spagna, Canada e Norvegia, dipingendo un quadro convincente di ciò che la vita potrebbe essere come in un pianeta più caldo.
Christiana Figueres, segretario esecutivo Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), ha dichiarato: "Il nostro clima sta cambiando e ogni anno i rischi di eventi meteorologici estremi e l'impatto su crescita dell'umanità."
"Per fortuna il nostro clima politico sta cambiando troppo con la prova che i governi, sostenuti dagli investitori, imprese e le città si stanno muovendo verso un accordo sul clima universale significativo di Parigi 2015 - un accordo che tiene un aumento della temperatura globale al di sotto di 2 gradi C mettendo in atto i percorsi di una profonda de-carbonizzazione del mondo dell'economia e della neutralità del clima o 'pari a zero netto' nella seconda metà del secolo ", ha detto la signora Figueres.

Punti salienti della dichiarazione

Temperature superficiali Terra
Le temperature medie dell'aria di superficie per la terra tra gennaio e ottobre 2014 sono stati circa 0,86 ° C al di sopra della media 1961-1990, il quarto o il quinto più caldo per lo stesso periodo registrato.
Western North America, Europa, Eurasia orientale, gran parte dell'Africa, vaste aree del Sud America e l'Australia meridionale e occidentale erano particolarmente caldo. Condizioni più fresche della media per l'anno-to-sono stati registrati in vaste aree degli Stati Uniti e in Canada e parti della Russia centrale.
Le ondate di calore si sono verificati in Sud Africa, Australia e Argentina nel mese di gennaio. L'Australia ha visto un altro incantesimo prolungato caldo in maggio. Record di calore colpito nord Argentina, Paraguay, Bolivia e Brasile meridionale nel mese di ottobre. Ondate di freddo Notevoli sono stati segnalati negli Stati Uniti durante l'inverno, in Australia nel mese di agosto e in Russia nel mese di ottobre.
Ocean calore
Le temperature della superficie del mare globale hanno il più alto mai registrato, a circa 0,45 ° C al di sopra della media 1961-1990.
Temperature superficiali del mare nel Pacifico tropicale orientale sono avvicinati soglie di El Niño. Erano anche insolitamente alta nella parte occidentale tropicale dell'Oceano Pacifico, in tutto il nord e nord-est del Pacifico, nonché la polare e subtropicale del Nord Atlantico, Pacifico sud-occidentale, parti del Sud Atlantico e in gran parte dell'Oceano Indiano. Le temperature erano particolarmente elevati nell'emisfero settentrionale da giugno a ottobre, per motivi che sono oggetto di intense indagini scientifiche.
Contenuto di calore Ocean gennaio-giugno è stato stimato fino ad una profondità di 700m e 2000m ed entrambi sono stati il ​​più alto registrato.
Circa il 93% dell'energia in eccesso intrappolata in atmosfera dai gas serra da combustibili fossili e di altre attività umane finisce negli oceani. Pertanto, il contenuto di calore degli oceani è la chiave per comprendere il sistema climatico.
Livello del mare e ghiaccio marino
Come gli oceani caldi, il loro volume aumenta attraverso l'espansione termica. L'acqua dalla fusione delle calotte polari e dei ghiacciai contribuisce all'innalzamento del livello del mare. Variazioni locali del livello del mare sono interessati da correnti, maree, tempeste e modelli climatici su larga scala come El Niño. Nei primi mesi del 2014, misurata a livello globale del mare-media ha raggiunto un livello record per il periodo dell'anno.
Arctic estensione del ghiaccio marino ha raggiunto la sua estensione minima annuale di 5.020.000 km2 il 17 settembre ed è stato il sesto più basso mai registrato, secondo l'Neve nazionale e Ice Data Center.
Quotidiano antartico ghiaccio marino ha raggiunto in misura massima giornaliera di 20,11 milioni di km2, il 22 settembre, stabilendo un nuovo record per il terzo anno consecutivo. I cambiamenti nella circolazione atmosferica osservato negli ultimi tre decenni, che ha provocato cambiamenti nei venti prevalenti intorno l'Antartide, sono considerati dagli scienziati come fattori legati a questo aumento. Tuttavia, è possibile che questo aumento è dovuto ad una combinazione di fattori che includono anche gli effetti di vestiario circolazione oceanica.
Allagamento
Dodici grandi tempeste atlantiche influenzato il Regno Unito per tutto l'inverno 2013/14 e l'inverno britannico è stato il più piovoso mai registrato, con il 177% della precipitazione media a lungo termine. Nel mese di maggio, devastanti inondazioni in Serbia, Bosnia-Erzegovina e Croazia colpiti più di due milioni di persone. In Russia, a fine maggio e inizio giugno, più del doppio della media mensile delle precipitazioni è caduto in Altai, Khakassia e Tuva repubbliche Siberia meridionale. Nel mese di settembre, parte meridionale della penisola balcanica hanno ricevuto oltre 250% della piovosità media mensile e, in parti della Turchia, oltre 500% del normale. Luglio e agosto sono stati molto bagnato in Francia con il totale di due mesi è il più alto mai registrato (record inizio 1959). Tra il 16 e il 20 settembre, le parti del sud della Francia hanno registrato più di 400 millimetri di pioggia - tre o quattro volte la normale media mensile. Forti piogge nel centro e nel sud del Marocco, nel novembre ha causato gravi inondazioni. A Guelmim, 126 millimetri di pioggia caduti in quattro giorni, la media mensile per novembre è 17 millimetri e la media per l'anno è di 120 mm.
La precipitazione mensile sul lato del Pacifico del Giappone occidentale per agosto 2014 è stato 301% del normale, che è stato il più alto dal statistiche dell'area-media hanno iniziato nel 1946. Nel mese di agosto e settembre, le forti piogge hanno causato gravi inondazioni nel nord del Bangladesh, Pakistan settentrionale e dell'India , che affligge milioni di persone.
Buenos Aires e province nord-est dell'Argentina sono state gravemente colpite dalle inondazioni. Nel mese di febbraio, molte stazioni nel nord e centro dell'Argentina riportati i totali delle precipitazioni record per il mese. Nel mese di maggio e giugno, precipitazioni totali superiori al 250% della media di lungo periodo sono state registrate in Paraguay, Bolivia meridionale e parti del sud-est del Brasile. La pioggia ha portato inondazioni sul fiume Paranà, che particolarmente colpito il Paraguay, dove sono stati colpiti più di 200.000 persone.
Il 29 e il 30 aprile, la pioggia torrenziale è caduto attraverso il Sud-Est, Mid-Atlantic e nord-est degli Stati Uniti provocando gravi inondazioni flash. A un luogo in Florida, la precipitazione totale di due giorni è stato un record 519,9 millimetri.
Siccità
Precipitazioni nella parte meridionale della Cina nord-orientale e parte del bacino del Fiume Giallo e bacino del fiume Huaihe non ha raggiunto la metà della media estiva, causando una grave siccità.
Parti del Centro America hanno subito i deficit delle precipitazioni in estate. Parti di orientale e alcune zone del Brasile centrale sono in uno stato di grave siccità con gravi deficit idrici che si estende a più di due anni. Città Sao Paulo è stata particolarmente colpita da una grave carenza di acqua immagazzinata.
A metà novembre 2014, vaste aree degli Stati Uniti occidentali rimasti in siccità con aree di California, Nevada e Texas hanno ricevuto meno del 40% della media 1961-1990. Canada sperimentato condizioni di asciutto, all'inizio del 2014, con molte regioni solo ricevere il 50-70% della media di riferimento a ovest e nord, tra gennaio e aprile.
All'inizio dell'anno, nord-est Nuovo Galles del Sud e sud-est del Queensland in Australia avevano carenze precipitazioni a lungo termine.
I cicloni tropicali
Fino al 13 novembre, 72 tempeste tropicali - tempeste in cui la velocità del vento pari o superiori al 17,5 m / s (63 km / h) sono stati registrati, in meno rispetto alla media 1981-2010 di 89 tempeste.
Nel bacino del Nord Atlantico c'erano solo otto tempeste chiamate. Il bacino orientale del Pacifico del Nord ha visto in precedenza attività media degli uragani, con 20 tempeste chiamate.
Nel bacino occidentale del Nord del Pacifico, una ventina di cicloni tropicali denominate formate tra il 18 gennaio e il 20 di novembre, leggermente al di sotto della media 1981-2010 di ventiquattro tempeste (a fine novembre). Dieci dei cicloni raggiunto intensità tifone. Tifoni Nákří e Halong, hanno contribuito ai totali elevate precipitazioni registrate nel Giappone occidentale nel mese di agosto. Tifone Rammasun spostato più di mezzo milione di persone nelle Filippine e in Cina nel mese di luglio.
Il bacino del nord dell'Oceano Indiano registrato tre tempeste, leggermente al di sotto della media 1981-2010 di quattro tempeste. Due di queste tempeste - Hud Hud e Nilofar - divenne molto forti tempeste cicloniche.
L'Australia ha registrato un numero leggermente inferiore alla media delle tempeste tropicali nel 2014, con quattro cicloni fare landfall.
Nel bacino del sud-ovest dell'Oceano Indiano, per un totale di otto tempeste tropicali denominate formata durante il periodo dal 1 ° gennaio ad aprile. Per l'intera stagione, che ha iniziato nel 2013, nove tempeste formano, pari alla media di lungo periodo. Nel bacino Sud Est Pacifico, sei tempeste formati in aggiunta ai quattro nella regione australiana; il totale complessivo di 10 tempeste è leggermente al di sotto della media a lungo termine di 12 tempeste.
I gas serra
L'ultima analisi di osservazioni da parte del WMO globale Atmosfera Guarda programma dimostra che i livelli atmosferici di biossido di carbonio (CO2), il metano (CH4), protossido di azoto (N2O) hanno raggiunto nuovi massimi nel 2013. I dati per il 2014 non sono ancora stati elaborati.
Livelli atmosferici globale-medi di CO2 hanno raggiunto 396,0 parti per milione (ppm), circa il 142% della media pre-industriale. L'incremento 2012-2013 era 2,9 ppm, che è il più grande anno di incremento anno, con un numero di stazioni nei livelli di registrazione nell'emisfero settentrionale superiori a 400 ppm. L'incremento complessivo di CO2 atmosferica 2003-2013 corrisponde a circa il 45% della CO2 emessa dalle attività umane. Il restante 55% viene assorbito dagli oceani e la biosfera terrestre.
Le concentrazioni di CH4 in atmosfera ha raggiunto un nuovo massimo di 1824 parti per miliardo (ppb) nel 2013. Questo è di circa 253% del livello pre-industriale. Concentrazioni globali di N2O hanno raggiunto 325,9 ± 0,1 ppb, 121% del livello pre-industriale.
Greenhouse Gas Index annuale NOAA mostra che dal 1990 al 2013 forzatura radiativa dai gas serra a lunga vita è aumentato del 34%. CO2 da solo ha rappresentato il 80% dell'aumento.



Ecco il link
https://www.wmo.int/pages/mediacentr...r_1009_en.html

Inviateci le vostre foto via WhatsApp!

Ven, 05/12/2014 - 22:59
Ciao a tutti,
da questo pomerigiio è attivo un nuovo servizio che vi consente di inviarci i vostri migliori scatti attraverso l'arcinoto WhatsApp!
Grazie a questa diffusissima applicazione, sarete in grado in ogni momento di inviare foto verso la nostra pagina Facebook (https://www.facebook.com/meteonetwork), le migliori verrano appunto pubblicate compatibilmente con il tempo disponibile allo staff che segue FB.
Ricordate però di mettere SEMPRE una descrizione e luogo accompagnato SEMPRE da nome e cognome, diversamente non potremo pubblicarla.

Tutti i dettagli qui :
Invia le tue meteo-foto via WhatsApp! | Associazione MeteoNetwork ONLUS

Ciao! :)

Modelli Analisi, cerco di capire le carte

Ven, 05/12/2014 - 08:56
Allora ragazzi, la mia più che una previsione vuole essere solo un tentativo di comprendere queste due carte



Per quanto riguarda il settore del tirreno in particolar modo della Liguria.

Ora dalla prima carta dei gpt a 500hpa quello che vedo è una lp verso lo ionio che (insieme alla posizione dell' hp in atlantico) convoglia aria fredda sul nord e quindi avremmo una ventilazione da nord est sulla Liguria.
Dalla seconda carta si nota come si crei una saccatura ( la chiamiamo così ??) il cui ramo discendente colpisce propio il settore interessato ( ligure).

Dalle due carte cosa possiamo prevedere sul settore ligure ? la mia conclusione sarebbe quella si una giornata in cui avremmo un calo termico, cieli sereni e ventilazione sostenuta da nord est.

Ovvio che sono carte a molta distanza quindi poco affidabili, volevo solo sapere che se è corretta un' analisi simile :)

Grazie ;) Anteprime Allegate  

5-15 Dicembre 2014 -Italia- (Da Atlantico mite ad Atlantico più freddo)

Ven, 05/12/2014 - 01:03
Prima di parlare qui sotto vi mostro le anomalie dei geopotenziali a 500 hpa e quelle dell'acqua precipitabile per tutto novembre 2014 scorso sull'emisfero N,parlano chiaro.








5-15 Dicembre 2014 -Italia- (Da Atlantico mite ad Atlantico più freddo)


Dopo il periodo di onde lunghe dal nord-Atlantico con clima mite e minimi pressori e saccature piuttosto stazionarie (senza diretta evoluzione a cut-off su di noi),le quali hanno provocato peggioramenti diffusi e generali sulla nostra penisola durando dai primi di novembre fino ad oggi con solo brevissime pause.
Dovremo passare gradualmente ad un tempo sempre nord-Atlantico ma gradualmente più freddo e consono al mese in cui ci troviamo,con maggior ingerenza stavolta dell'anticiclone azzorriano,il quale dovrebbe portare a minimi pressori piuttosto veloci e incisivi ma non duraturi,quindi onde corte,LP e successivi cut-off,jet-stream che dovrebbe gradualmente risultare sempre più sparata a sud presso la nostra penisola.
Caratteristica quindi già diversa rispetto ai passati peggioramenti.
Il tutto condito da aria fredda artica mista a nord-atlantica,artico-marittima in questo caso con continelizzazione veloce e parziale,una volta che andrà ad adagiarsi sull'Est Europa.


Questo passaggio e leggero cambio di guardia,anche se la principale rimane la stessa (nord-Atlantico) dovrebbe esser più evidente a partire dall'immacolata.










Nulla di eccezionale quindi,solo un normale ritorno verso la media su molte zone del centro e nord penisola (meno al sud),con forse anche un leggero sottomedia per quanto riguarda le temperature,piogge ancora in media o sopra di poco su 2/3 dello stivale per la prima metà mensile.


Neve ??


Col freddo torna anche lei,gradualmente a quote sempre più basse sulle Alpi tutte,prima a quote medie (1000 mt) e poi fin su molti fondovalle per non escludere qualche zona fino al piano vicina ad esse,parlo sempre delle regioni settentrionali,NE e NW in primis,periodo 8 e 9 Dicembre e poi 12-13.
La buona notizia è che la stessa potrebbe fare la sua comparsa seria anche in appennino settentrionale fino a quote discrete (800-700 mt,forse anche 600) il tutto tra verso l'8 il 9 e forse il 12 e 13 del mese (da confermare o smentire ovviamente).


____________________________________________________________ ___________


Quanto basterebbe per dire,guarda sembra Inverno.




Non ci resta che aspettare e vedere come potrebbe andare,ho fatto l'analisi proprio per le conferme di questi ultimi giorni da parte di ECMWF e GFS.


Nei prossimi giorni,aggiorno.








Fabri93

Pagine