Se tutti quelli che leggono questo annuncio diventassero Soci MeteoNetwork, la nostra raccolta fondi 2015 sarebbe completa nel giro di mezz'ora. Siamo una piccola associazione no-profit, che deve però sostenere i costi delle proprie attività: server, programmi ed iniziative.
Se tutto questo ti è utile, investi un minuto per mantenerlo online diventando Socio! Grazie!

Forum MeteoNetwork

Subscribe to feed Forum MeteoNetwork Forum MeteoNetwork
Aggiornato: 58 min 32 sec fa

Modelli "Inferno di Grandine" ieri a Pistoia, Empoli, Firenze ed i modelli

Sab, 20/09/2014 - 11:51
Scusate il titolo poco meteorologico ma me le sono dovute segnare alle scemenze che scrivono i media non c'è veramente limite. Nell'ordine inferno di grandine, apocalisse di acqua, un vero e proprio tifone equatoriale???, ma la migliore in pochi minuti sono caduti 30 mm di grandine. Il buon vecchio Zanichelli della lingua italiana esiste ancora? Oppure è stato relegato come la meteorologia accanto all'oroscopo o al sudoku linguistico. Altra ridda di polemiche fenomeno non previsto, no prevedibile ma non evidenziato.. Insomma povera meteorologia. Io che non credo agli oroscopi ma alla scienza meteorologica anche se inesatta vi allego l'immagine sotto mostra i marker dal rosso,arancione, verde grigio del rischio grandine calcolato d oltre 30 corse ensemble di un modello meteo apposito, confrontabile co l'estratto alle stesse ore del tracciato radar.

Voi che ne pensate? Anteprime Allegate  

Applicazione MeteoNetwork per Android e iOS : pazientate ma stiamo arrivando!!!

Mer, 17/09/2014 - 21:12
Abbiate pazienza, ma stiamo lavorando a pieno ritmo per darvi l'applicazione tanto sospirata.
Intanto una piccolissima anteprima (siamo ancora ai primi test e quindi schermate non definitive), poi conto sul Vostro aiuto per la diffusione ;great:

https://www.facebook.com/meteonetwork Anteprime Allegate        

Quell'energia invisibile chiamatesi Cape e Lifted Index

Mer, 17/09/2014 - 20:58
Un po' tutti voi avrete notato che in estate le precipitazioni assumono maggiore intensità rispetto alla stagione invernale...
Vi siete mai chiesti il perchè?
Questo perchè l'aria calda estiva provoca una maggiore evaporazione ed anche una spinta verticale maggiore, si perchè l'aria calda tende per sua natura a salire portando con se l'umidità, dando così vita alla formazione di imponenti masse nuvolose verticali, dette cumulonembi che a sua volta danno vita a spesso localizzati fenomeni intensi...

Perchè vi ho fatto tutta questa premessa, per farvi comprendere meglio la carta sottostante che indica appunto l'energia disponibile alla nascita di queste nubi, non appena però giungano infiltrazioni di aria di origine diversa, si perchè l'energia da sola non porta a niente finchè qualcuno (l'aria fresca) la fa esplodere...

Vi mostro l'energia attesa nei prossimi giorni, sono valori molto elevati...



e questi sono gli effetti che genera l'aria fresca non appena irrompe su una superfice così carica...



Purtroppo l'incertezza modellistica ancora non permette una previsione degna di tale nome, tuttavia ho voluto spiegare quale possano essere le basi iniziali per una svolta futura...

Ci sono due attacchi di aria fresca uno ad ovest a largo del Portogallo e l'altro dal lontano Circolo polare Artico... ben visibili in questa carta...



Tuttavia nel breve termine posso ritenere abbastanza attendibile una certa influenza da ovest sui versanti esposti di Liguria e Toscana nonchè prealpi centro-occidentali, dove appunto il lato ascendente della saccatura Portoghese sfrutterà i valori elevati di energia mediteranea presente...



Per il dopo appunto l'eventuale entrata in contatto della massa d'aria molto fresca da nord attiverebbe un richiamo della massa d'aria fresca da ovest pemettendo un lavoro di coppia con fenomeni più generalizzati e presenti su entrambi i versanti italiani. :ciao: Anteprime Allegate        

Attenzione alla Francia meridionale...(17-18-19 Settembre 2014)

Mar, 16/09/2014 - 20:34
Voi direte,che cazz.. per non dire cavolo c'è ne importa a noi ?
Non vedi che siamo italiani !!


Si si,giusta osservazione,però stavolta mi sono sentito di fare un'analisi a parte per gli amici francesi in quanto vi è prevista una configurazione piovosa che potrebbe far male su alcune zone.




Vediamo di andare per gradi.


l'Affondo di aria fresca nord-Atlantica fin verso le coste Africane occidentali con tanto di minimo presso la penisola iberica e il lento spostamento verso Est di tutta la struttura depressionaria porterà ad attivare correnti di richiamo orientali e sud-orientali sul golfo del Leone nei bassi strati mentre in quota la faranno da padrone i venti della jet-stream stirata con asse sud-ovest - nord-est.








L'energia accumulata nei bassi strati e medi dall'anticiclone sub-tropicale è ben evidenziata dai forti livelli di cape sul mediterraneo occidentale e settentrionale.




L'arrivo di leggeri sbuffi di aria fresca nord-atlantica legati alla struttura depressionaria iberica con annesso l'arrivo di bassi geopotenziali,creeranno gli ingredienti perfetti per una passata temporalesca che potrebbe risultare persistente e violenta proprio sulla conca del golfo del Leone francese.









L'orografia a ''conca'' della zona con il blocco della catena montuosa del Massiccio centrale daranno man forte alla convenzione e alle eventuali precipitazioni che verrebbero a trovarsi ''bloccate'' e sostare su quelle zone fino alla loro totale dissipazione.




Le zone da tenere sott'occhio sono Montpellier,Nimes,Ales,Mendè,Milau e Castres,qui data la convergenza delle correnti e le dinamiche sopra citate si potrebbero vedere i fenomeni maggiori e i maggiori cumulati.















Ho postato solo il modello del Lamma,ma il wrf francese di meteociel vede gli stessi cumulati,idem bolam e il wrf gfs ncep del Lamma.








Fabri93

La fiammata calda africana settembrina...(15-21 Settembre 2014)

Lun, 15/09/2014 - 19:14
La fiammata calda africana settembrina...(15-21 Settembre 2014)


---- Fuoco e fiamme sulle due isole principali Sabato e forse Domenica -------


Il trasferimento dell'anticiclone scandinavo sulla Russia europea con annessa la rottura del corridoio di bassi geopotenziali sull'Europa centrale-balcanica e lo sprofondamento di una LP in sede iberico-occidentale porteranno all'elevazione dell'anticiclone sub-tropicale africano,il quale approfitterà proprio di questo ''vuoto'' barico per appropriarsi e ergersi sulle zone della nostra penisola italiana.
E' bene ricordare che ad ogni affondo basso pressorio sulla penisola Iberica occidentale nella maggior parte dei casi sulla nostra penisola si presentano rimonte anticicloniche sub-tropicali con richiami miti il più delle volte forti.










Secondo l'ultima emissione del modello Inglese ecmwf sopra postato la rimonta anticiclonica sub-tropicale africana potrebbe risultare piuttosto incisiva al centro-sud.
Anche il modello americano è piuttosto simile a quello europeo.
Vediamo però nel dettaglio quali sono le termiche che tale HP potrebbe portare sul nostro stivale.


Mercoledi:


A partire da Mercoledi 17 Settembre 2014 la + 18° a 850 hpa inizierà a coinvolgere la Sicilia meridionale e occidentale con annessa la Sardegna meridionale,in questo giorno su tali zone si potrebbero già raggiungere temperature di + 31° sopratutto in Sardegna.
Caldo in intensificazione su tutto il sud penisola con temperature massime sui + 28-29° sui versanti Tirrenici.


Giovedi:


Lo sprofondamento di aria fresca sulle coste occidentali africane fin presso l'Equotare permetterà all'anticiclone africano di ergersi ancor più sull'Italia.
L'arrivo della + 22° a 850 hpa (circa 1500 mt) sull'estrema Sardegna meridionale dovrebbe far schizzare i termometri con il raggiungimento di temperature alte con punte probabilissime di + 32° nel cagliaritano.
In Sicilia punte di + 30-31° sulle zone occidentali dell'isola.
Sul resto del sud penisola ancora intensificazione del caldo con punte di + 28-30° sulla Calabria occidentale e Campania costiera.


Venerdi:


L'anticiclone sub-tropicale africano continuerà ad ergersi ancora di più sulla nostra penisola e stavolta con maggior coinvolgimento della stessa.
In Sardegna centrale e meridionale si potrà prendere letteralmente fuoco,l'arrivo della + 24° a 850 hpa e la + 25° (vicinissima al meridione) sulle coste meridionali dell'isola e la + 22° a 850 hpa su 3/4 di essa permetteranno il raggiungimento di temperature veramente molto elevate,sul cagliaritano probabili punte di + 33° sulle estreme zone meridionali,temperature non proprio consone alla media del periodo,su tutta l'Isola non si dovrebbe scendere sotto i + 28-30° di massima,meno solo in quota sopra i 1200 mt.
Mentre sulla Sicilia occidentale e parte di quella centrale,l'avvicinamento della + 22° a 850 hpa sulle coste occidentali dovrebbe portare al raggiungimento di temperature qui + 32° nelle estreme zone occidentali.


Sabato:


Lo spostamento verso oriente del promontorio anticiclonico sub-tropicale dovrebbe far schizzare i termometri siciliani.
La + 22° a 850 hpa su tutta la Sicilia con punte di + 23° nell'interno e la + 24° a 850 hpa che dovrebbe lambire le coste occidentali dovrebbero garantire il raggiungimento di temperature di + 33-34° sulle coste occidentali,medie di + 30-31° su molte città siciliane.
In Sardegna la + 24° a 850 hpa la dovremmo ritrovare solo sulle estreme zone sub-orientali,tutta l'isola dovrebbe rimanere sotto la + 22° e la + 23° a 850 hpa dovrebbe coprire 2/4 di tutto il territorio,sono previste massime di + 33-35° nel cagliaritano meridionale,zone sud-orientali dell'isola,media di + 30-31° su molte città sopratutto su quelle centrali e meridionali.
L'arrivo della + 20° a 850 hpa sulla Calabria,Basilicata,Puglia,meridione della Toscana e coste laziali,dovrebbe far schizzare i termometri su temperature di + 28-30° sulla Toscana meridionale (grossetano) e + 30° anche su coste Laziali e immediato interno.
La + 22° a 850 hpa sulla Calabria sud-occidentale dovrebbe portare a temperature max con punte di + 31-32°.
Punte di + 32° anche in Basilicata e Puglia.




Domenica 21 Settembre 2014(Probilmente il giorno più caldo di tutta la settimana e forse anche di tutto il mese di Settembre):





Secondo il modello inglese sopra postato la giornata di domenica dovrebbe risultare quella più calda di tutta la settimana.
3/4 della penisola saranno alle prese con temperature da piena Estate,la + 20° a 850 hpa dovrebbe abbracciare 2/4 del paese.
In centro Italia si potrebbero raggiungere punte di + 31-32° sul Lazio centro-meridionale,Toscana meridionale,Abruzzo meridionale e Molise con punte di + 33 ° su quest'ultimo sopratutto sul meridione.
Su Campania,Basilicata e Puglia si potranno toccare punte di + 34° sulla Calabria sud-occidentale.
In Sardegna media di + 33° su molte città e punte di + 35° sulle zone centro-meridionali che si affacciano sul Tirreno.


Mentre per quanto riguarda la Sicilia potrebbe veramente essere con buone probabilità l'ondata di caldo più forte di tutto il 2014.
La + 24° a 850 hpa su tutta l'isola e la + 25° a hpa (notevole) su 1/4 di essa potrebbero portare a temperature ''fiammeggianti'',media di + 33° sparsi su molte città siciliane.
Sulle zone occidentali dove dovrebbe presentarsi la + 25° a circa 1500 mt si potrebbero toccare punte proibitive di + 36-37°dal palermitano verso O,non escluderei anche 2° in più sulle estreme zone occidentali (isolette),i + 40° se andasse come il modello inglese non sarebbero utopia.










In breve:









E dopo ??


Al momento le ultime emissioni modellistiche vedono un graduale e primo raffreddamento dell'est Europa,il modello americano lo vede anche piuttosto forte.
Mentre il modello inglese vede uno sblocco configurativo con l'arrivo di un nuovo peggioramento anche sulla nostra penisola con scivolamento dell'anticiclone africano e ritorno dello stesso sul nord-Africa.
Vedremo.
C'è da tenere in conto che le temperature dei mari saliranno nuovamente,inoltre nei bassi strati verrà a accumularsi tanta energia potenziale,al primo sbuffo di aria fredda i temporali potrebbero risultare anche cattivelli.












Fabri93

Stato dell'arte dei ghiacci, Antartico sempre in grande spolvero

Dom, 14/09/2014 - 19:41
Salve ragazzi, consultando il sito della NASA riguardante l'estensione dei ghiacci nelle calotte polari emerge ancora una volta come l'Antartico sia in continua espansione e, nel complesso, dovrebbe essere adddirittura dominante rispetto all'Artico, ecco un breve editoriale in merito

........in ambito climatologico, un argomento molto dibattuto in questi ultimi anni riguarda l’estensione globale dei ghiacci delle calotte polari o, meglio, la loro variazione nel tempo e la correlazione che ciò può avere con eventuali mutamenti climatici, in particolare con il riscaldamento globale o presunto tale (global warming).Come molti appassionati sapranno, in rete è possibile consultare tali variazioni giornalmente nello splendido sito della NASA, l’agenzia spaziale americana, denominato con la sigla NSIDC (National Snow & Ice Data Center). Dall’analisi dei dati riportati in data odierna, emergono alcuni aspetti molto interessanti; andiamo per gradi e iniziamo dalla calotta Artica, la più vicina a noi.Nel grafico seguente è riportata l’estensione dei ghiacci artici, aggiornata alla data del 13/09/14, in tempo reale praticamente. Come si vede, il bilancio rispetto all’estensione media registrata nel trentennio 1980-2010 è palesemente in deficit, a parità di periodo considerato; in particolare, si registra un arretramento dei ghiacci verso il centro dell’Artico nel comparto siberiano, meno in quello canadese. Stessa cosa può dirsi per il periodo di Agosto (immagine in basso), dove il deficit riguarda essenzialmente l’Artico siberiano.




Il 2014 è stato però un anno particolarmente favorevole in tal senso, rispetto perlomeno agli ultimi anni, è presente infatti una ripresa della copertura glaciale nell’Artico. Ecco il grafico relativo all’andamento annuale, confrontato con il minimo registrato nel 2012 e con la media del trentennio. Nonostante sia presente un deficit rispetto alla media trentennale, al momento è anche presente una decisa ripresa dell’estensione dei ghiacci Artici. Il dato di Agosto infatti, è pari a 6,22 milioni di km2 di copertura dei ghiacci, circa 1 milione di km2 in meno rispetto alla media del periodo 1980-2010, ma circa 1,3 milioni di km2 maggiore del valore del 2012.


Come accennato, tale deficit è meno accentuato nell’Artico canadese, al punto che, per quanto riguarda l’area del il mitico “passaggio a nordovest”, il valore del 2014, perlomeno finora, è addirittura superiore a quello della media trentennale; ovvero i ghiacci, nell’Artico canadese, stanno aumentando localmente di estensione.








Quale significato dare a tali dati…….; è difficile, in questo campo, commentare trend climatici in un arco così limitato nel tempo, nel complesso i ghiacci Artici sono in diminuzione, ma la loro distribuzione attuale, ora descritta nel dettaglio, può comunque essere correlata ai movimenti del VPT (Vortice Polare Troposferico) e al frequente sbilanciamento dei nuclei gelidi nella media troposfera (500 hPa) nel comparto canadese a scapito di quello siberiano, com’è accaduto questo inverno, con frequenti nevicate e temperature gelide proprio nel nordamerica e nell’Artico e temperature spesso sopra la media nella Siberia.Ancora più interessante risulta l’analisi comparata di tali dati con il settore Antartico, dalla parte opposta del globo. Qui la musica cambia totalmente, l’estensione dei ghiacci antartici è, infatti, in continua crescita, come evidenziato dalle immagini riportate.






Dalla prima immagine è evidente infatti, come l’estensione attuale, a parità di periodo, sia superiore a quella registrata nel periodo 1980-2010 (linea arancione) e il dato del 2014 è ulteriormente positivo rispetto a questi ultimi anni, in crescita sia rispetto alla media, sia rispetto allo stesso periodo del 2013, come evidenziato dalla figura riportata di seguito, dove viene graficizzata l’estensione durante tutto il corso dell’anno.




Insomma, è evidente che ciò che è valido per l’Artico non lo è affatto per l’Antartico e, prima di parlare di scioglimento delle calotte polari e innalzamento del livello dei mari, occorrerebbe conoscere tutti i dati disponibili. Ovviamente, la discussione attuale, assolutamente ludica, vuole solo ispirare il ragionamento, non ha alcuna pretesa scientifica, evidenzia solo i dati disponibili. Consideriamo comunque, che la maggior fonte di acqua dolce del pianeta e maggior concentrazione di ghiaccio è sicuramente rappresentata dalla calotta antartica, molto più vasta (e soprattutto spessa) di quella Artica e che quindi, come tale, rappresenta un ottimo indicatore dello stato di salute dei ghiacci a scala globale.......


Ciao ciao

SSTA: salita esponenziale inspiegabile

Sab, 13/09/2014 - 14:40
Dal biennio 2011-12, trascorso in condizioni di Nina, le SSTA hanno assunto un comportamento "strano" e da lì hanno iniziato una forte ascesa, che peraltro nell'ultimo anno è addirittura accelerata...e ora guardate dove siamo: sopra ai livelli del 1998 (ma lì almeno c'era stato il Nino del secolo, poi parzialmente rientrato)

Il Sole è in un periodo di attività nettamente minore rispetto agli scorsi decenni, abbiamo avuto in 4 anni 2 episodi di Nina e due "Nade" eppure siamo lo stesso proiettati in alto, nonostante "avrebbe dovuto" (a rigor di logica) succedere il contrario


Qual è la forzante determinante nel mantenere in salita il trend (in questo caso anche forte) e in grado di vincere su tutte le altre forzanti?
La risposta c'è, ma purtroppo non tutti la vogliono cogliere




Spettatori paganti di una nuova fase climatica?
Temo che il biglietto sarà a prezzi da usura...come quelli che si avevano durante gli anni d'oro del bagarinaggio Anteprime Allegate  

Autunno 1960: quanta pioggia?

Ven, 12/09/2014 - 19:37
Come da titolo..mi stavo guardando un po' di reanalisi di quell'anno e si verificò una sequenza praticamente interrotta di perturbazioni atlantiche da metà settembre in poi..a Mantova caddero in tutto 295 mm di pioggia (già di per sè parecchi), però ho visto valori notevolissimi su zone alpine e prealpine (Oropa 1062 mm tra settembre e ottobre), nonchè nelle pianure del NW..da voi come andò (in particolare al centro-sud, che conosco meno delle zone sopracitate)?

:ciao:

Tropical storm possibilita' di ciclogenesi tropicale ad ovest del PortoGallo

Ven, 12/09/2014 - 11:08
C'è una discreta possibilitA' che la ciclogenesi persistente ad owest della Spagna-Portogallo si trasformi in ciclogenesi tropicale o sub-tropicale. Le temperature marine non sono molto alte ma ormai sappiamo bene che questo potrebbe non essere un ostacolo in caso di transazione Tropicale (COME accaduto per i cicloni tropicali Vince 2005 o Grace 2009);

Per ora pressione 1000 Hpa
venti di 35 kts

alcuni modelli prevedono un ciclone di 994 Hpa
altri di 990 o piu' profondo
L'evoluzione del cuore caldo non è vista da tutti i modelli

Allegato 371290 Anteprime Allegate    

Falso di alta qualità e documenti reali comprese le note false di euro e dollari

Ven, 12/09/2014 - 01:52
Cambiare nazionalità o fare qualsiasi falso qualità o documenti reali per il lavoro e viaggiare, allora siete venuti nel posto giusto. produciamo paesi come: USA, Australia, Belgio, Brasile, Canada, italiano, Finlandia, Francia, Germania, Israele, Messico, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Sud Africa, Spagna, Regno Unito, Tutti i paesi del mondo. Se interessati, inviare un'email all'indirizzo e-mail qui sotto; contattare suppor generale per ottenere le informazioni supplementari .Per ottenere le ulteriori informazioni e effettuare l'ordine è possibile rispondere a tutte le vostre domande e richieste da parte degli indirizzi e-mail).

Contatto e-mail: documents-fake_faux@hotmail.com
Supporto generale: savanhamorenseau@hotmail.fr

Siamo il miglior produttore di falsi di alta qualità e documenti reali, tra cui note false di euro e dollari. Con oltre un miliardo di nostri documenti circolanti in tutto il mondo. Offriamo passaporti di alta qualità solo originale, patenti di guida, carte d'identità, certificati di nascita, timbri, visti, università diploma e altri prodotti per un certo numero di paesi come:
acquistare falsi USA (Stati Uniti) passaporti,
comprare falsi passaporti australiani,
comprare falsi passaporti Belgio,
acquistare falsi brasiliani (Brasile) passaporti,
acquistare falsi canadesi (Canada) passaporti,
acquistare falsi (Finlandia) passaporti finlandesi,
acquistare falsi francesi (Francia) passaporti,
acquistare falsi tedesco (Germania) passaporti,
comprare falsi olandesi (/ Olanda Paesi Bassi) passaporti,
comprare falsi passaporti Israele,
acquistare falsi UK (Regno Unito) passaporti,
acquistare falsi Spagnolo (Spagna) passaporti,
acquistare falsi messicani (Messico) passaporti,
comprare falsi passaporti sudafricani.
comprare falsi patenti di guida australiane,
comprare falsi patenti di guida canadesi,
acquistare falsi francesi (Francia) patenti di guida,
acquistare falsi olandesi (Paesi Bassi / Olanda) patente di guida,
acquistare falsi tedesco (Germania) patenti di guida,
acquistare falsi UK (Regno Unito) patenti di guida,
comprare falsi passaporti diplomatici,
acquistare falsi USA (Stati Uniti) passaporti,
comprare falsi passaporti australiani,
comprare falsi passaporti Belgio,
acquistare falsi brasiliani (Brasile) passaporti,
acquistare falsi canadesi (Canada) passaporti,
acquistare falsi (Finlandia) passaporti finlandesi,
acquistare falsi (Francia) passaporti francesi,
acquistare falsi tedesco (Germania) passaporti,
comprare falsi olandesi (/ Olanda Olanda) passaporti,
comprare falsi passaporti Israele,
acquistare falsi UK (Regno Unito) passaporti,
acquistare falsi Spagnolo (Spagna) passaporti,
acquistare falsi messicani (Messico) passaporti,
comprare falsi passaporti sudafricani.
comprare falsi patenti di guida australiane,
comprare falsi patenti di guida canadesi,
acquistare falsi francesi (Francia) patenti di guida,
acquistare falsi olandesi (Olanda / Olanda) patente di guida,
acquistare falsi tedesco (Germania) patenti di guida,
acquistare falsi UK (Regno Unito) patenti di guida,
comprare falsi passaporti diplomatici,
acquistare passaporti Camouflage,
comprare Duplicati passaporto,
falsi USA (Stati Uniti) passaporti per la vendita,
falsi passaporti australiani in vendita,
falsi passaporti Belgio per la vendita,
falsi brasiliani (Brasile) passaporti per la vendita,

acquistare, ottenere, finti, falsi, passaporti, passaporto, id, di carte, carte, Regno Unito, la vendita, on-line, canadesi, inglesi, vendita, novità, contraffatti, falsi, americano, unito, Stati, Stati Uniti d'America, noi, italiano, malese, australiana, documenti, identità, identificazione, autista, licenza, patente, guida, residenza, permesso, SSN
id falso passaporto, passaporto falso libero, furto di identità, falsa, novità, camuffamento, passaporto, anonimo, privato, cassaforte, viaggi, anti terrorismo, internazionale, in mare aperto, bancario, id, autista, driver, licenza, istantaneo, on line, per la vendita , a buon mercato, il commercio all'ingrosso, nuova identità, secondo, cittadinanza, identità, identificazione, documenti, diplomatico, nazionalità, come, dove, avere, ottenere, acquistare, acquisto, fare, costruire, una, passaporto, id, britannico, Honduras, Regno Unito, Stati Uniti d'America, noi, noi, Canada, canadese, internazionale, Visa, Swiz, carta, ids, documento, ottenendo, visti, carte, straniero

Contatto e-mail: documents-fake_faux@hotmail.com
Supporto generale: savanhamorenseau@hotmail.fr

Lacuna barica italiana,nuova LP in arrivo,sarà pericolosa ?? (11-16 Settembre 2014)

Lun, 08/09/2014 - 19:16
Lacuna barica italiana,nuova LP in arrivo,sarà pericolosa ?? (11-16 Settembre 2014)


Dopo il grave evento alluvionale localizzato che si è avuto sul Gargano e anche su alcune zone del centro-sud penisola.
L'Italia si prepara ad un nuovo e ormai imminente peggioramento.







LP: Bassa pressione
TS: Temporali
HP: Alta pressione


Una goccetta fredda con minimo pressorio attualmente posizionata sulla Danimarca e presso la ''bocca'' della penisola Scandinava.
La goccia si è formata a causa del cut (taglio) indotto dall'azione di tenaglia dei due anticicloni,uno presso il Regno Unito e l'altro sulla Russia europea,la quale è stata costretta a staccarsi dal getto polare principale andando alla deriva sulle zone già citate.
Nei prossimi due giorni l'azione ''legante'',di unione insomma dei due anticicloni sopra detti,dovrebbe permettere al cut-off e quindi alla goccia fredda di muoversi in modo retrogrado verso la nostra penisola,proprio per l'azione di approfondimento dell'anticiclone Inglese,il quale dovrebbe prevalere tra i due contendenti.
l'Approfondimento dell'HP Inglese con trasferimento dello stesso sul comparto scandinavo e poi parte di quello russo potrebbe creare i presupposti per un peggioramento serio e piuttosto duraturo sopratutto al centro-nord,in quanto la goccia fredda scesa presso la nostra penisola potrebbe trovarsi ''ingabbiata'' sotto il blocco altopressorio,richiamando venti umidi e carichi di umidità proprio presso l'arco alpino,dove dovrebbe stazionare e quindi rimanere arginata per giorni per poi muoversi.




La breve analisi sopra è il sunto delle ultime emissioni modellistiche.




GFS:



ECMWF:



E' molto difficile al momento dire dove andrà a posizionarsi con esattezza la goccia fredda in arrivo dall'Europa settentrionale,secondo i due GM sopra,con buone probabilità la stessa dovrebbe avere una dinamica simile a quella dello scorso peggioramento italiano ma stavolta con maggior coinvolgimento delle regioni del CENTRO penisola,poi parte di quelle del SUD a causa del maggior stazionamento della stessa presso l'arco alpino.
Le visioni dei 2 modelli sopra sono opposte,ecco dove nasce il mio dubbio.




Le precipitazioni se ci saranno dove colpiranno ?? Potrebbe risultare localmente violente ??


Facendo una media modellistica potrebbe essere un peggioramento piuttosto incisivo per le regioni centrali della nostra penisola e stavolta con coinvolgimento maggiore anche di quelle dell'alto e medio Tirreno,la Toscana in particolare.


Visione inglese:











Visione americana (in attesa dell'ultima emissione di oggi):













Riassunto previsionale Italia (11-16 Settembre 2014):
Lo scorso peggioramento ha creato una lacuna barica al centro-sud della nostra penisola la quale sembrerebbe richiamare una nuova vagante goccia fredda in arrivo da nord,nord-est,attualmente posizionata tra Danimarca e Scandinavia.
Difficile dire al momento con esattezza dove si andrà a posizionare il cut-off e quindi le maggiori precipitazioni previste.
Al momento posso dire che secondo la media modellistica il peggioramento potrebbe risultare piuttosto incisivo sulle regioni centrali della nostra penisola con anche il coinvolgimento di quelle dell'alto e medio Tirreno.


Potrei riassumere il tutto con una mia cartina riassuntiva:





Piccola considerazione:
Se andasse come vede il modello americano nella sua ultima uscita di oggi,ovvero il run 12 z si potrebbero creare di nuovo i presupposti per una dinamica simile a quella della scorsa settimana sul Gargano,però stavolta con intensità minore.
Le ferite sono dure da rimarginare,sia umanamente che meteorologicalmente parlando.








Seguiranno ovviamente aggiornamenti,data la particolarità della dinamica perturbata prevista e per quanto riguarda le precipitazioni previste.








Fabri93

Analisi stratosferica 2014-2015

Lun, 08/09/2014 - 17:03
Vedendo che ormai il VPS stà lentamente passando dalla fase embrionale alla sua fase neonatale direi che ormai è ora di provare ad aprire il TD invernale nella speranza che possa portare fortuna a tutti coloro che sognano neve e freddo ;great: E sopratutto speriamo che il VPS/VPT si possa posizionare una volta a nostro favore, anche se l'estensione dei ghiacci attuali mi fanno pensare possa essere inizialmente attirato dai settori canadesi. Però per valutare come l'Eurasia giocherà la carta dello snowcover è ancora presto per dirlo. PS attualmente mi attendo un inverno piuttosto freddo e nevoso, sopratutto sui settori adriatici.







Pagine