06.11.2018 - Meteo
MeteoNetwork al Festivalmeteorologia 2018

Anche nel 2018, MeteoNetwork sarà presente al Festivalmeteorologia di Rovereto, in prima linea con la propria passione per i fenomeni di sever weather. Il Festival sarà infatti l’occasione per presentare quanto da noi messo in cantiere nel corso dell’ultimo anno, cioè dopo l’organizzazione del convegno di Verona che, nell’Ottobre 2017, ci ha visto riuniti proprio per discutere delle manifestazioni più estreme che il clima regala alle nostre latitudini.

Nel febbraio 2018 MeteoNetwork ha avviato una stretta collaborazione con PRETEMP, per l’estensione del dominio del modello ESTOFEX (European Storm Forecast Experiment) al territorio italiano e la quotidiana pubblicazione, a scopo di studio e ricerca, di previsioni di fenomeni estremi.

La collaborazione tra PRETEMP e MeteoNetwork ha quindi portato al popolamento di un database Storm Report nazionale, ora parte della rete europea ESSL (European Severe Storm Laboratory), che si pone come archiviare di informazione relativamente ai fenomeni temporaleschi più intensi e che più hanno impattato sulla sicurezza di persone e cose, ai fini della creazione di statistiche e studi scientifici.

Proprio nell’ottica di creare un canale di proficuo dialogo tra mondo degli appassionati e mondo dei professionisti, MeteoNetwork ha quindi avviato una collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell’Università di Milano e la società Earth Network, leader nel campo del rilevamento di scariche elettriche in atmosfera con una rete di oltre 12.000 sensori dislocati a copertura globale del pianeta. La collaborazione prevede, nel biennio 2018-2019, l’istallazione di un antenna Earth Network presso il Liceo Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì (Cuneo), intestato, tra gli altri, proprio a quel Giovanbattista Beccaria, fisico monregalese del Settecento, che, condividendo gli studi di Franklin, portò per primo in Italia la tecnologia del parafulmine. I dati raccolti da questa antenna, oltre a entrare nel network di rilevamento globale, verranno utilizzati a scopo di ricerca dall’Università di Milano e costituiranno la base per attività didattiche, che la nostra Associazione supporterà presso la scuola con i propri volontari.

I progetti di collaborazione e scambio dati con enti di ricerca nazionali ed esteri si sono recentemente concretizzati anche nella firma di specifici accordi quadro con il National Observatory of Athens/Institute for Environmental Research, i cui dati già confluiscono nella rete di stazioni MeteoNetwork insieme a quelli della rete francese Infoclimat, ma soprattutto con il CETEMPS – Centro di Eccellenza in Telerilevamento e Modellistica numerica per la Previsione di eventi Severi dell’Università dell’Aquila, per la fornitura in tempo reale dei dati termopluviometrici MeteoNetwork, al fine di alimentare l’operatività del modello idrologico CETEMPS.

Un ulteriore riconoscimento della valenza dei progetti della nostra Associazione, che prosegue così la propria attività sulla strada della libera condivisone dei propri dati, a beneficio della più ampia diffusione della cultura meteorologica e delle scienze atmosferiche. Proprio per poter mantenere un livello qualitativo dei propri dati, tale da poter proseguire alla pari queste prestigiose collaborazioni internazionali, MeteoNetwork rilascerà presto nuove linee guida per i proprietari di stazioni affiliate alla rete. Un piccolo sforzo in più che ciascun possessore di stazione potrà veder ripagato dal sapere che i propri dati sono apprezzati anche dai professionisti della meteorologia!

Dunque… arrivederci a Rovereto!

Top