Previsione fenomeni temporaleschi 30 settembre 2016




Correnti umide ed instabili tendono ad interessare la fascia alpina, la Liguria ed il crinale appenninico tosco-emiliano, ma soprattutto la Sardegna. Temporali locali, specie nelle ore pomeridiane; potranno aversi sui rilievi del nord e della Toscana, mentre saranno più diffusi su Sardegna Fenomeni generici tranne su Sardegna centro-meridionale laddove la presenza di aria più calda nei bassi strati unitamente a di valori di windhear ancora elevati potrà favorire l'innesco di sistemi localmente severi (QLCS, MCS) con forti piogge, locali grandinate ed intense raffiche di vento.



Legenda Previsioni


Temporali generici
(livello BLU)

Temporali che si verificano in presenza di shear debole e che non presentano una particolare organizzazione. Sono i temporali comuni, di debole/moderata intensità, sottoforma di celle singole o multicelle.
Rischio basso di fenomeni violenti (livello VERDE) Presuppone in ogni caso qualche fenomeno in grado di danneggiare le costruzioni umane e l'ambiente naturale. Possibilità di venti di forte intensità, MCS, supercelle, temporali di calore grandinigeni; tornado e waterspouts possibili.
Rischio medio di fenomeni violenti (livello GIALLO) Presuppone qualche supercella di forte intensità (con possibilità di tornado anche di forte intensità), forti MCS, squall line di moderata intensità, forti venti associati al downdraft; possibilità di grandine fino a medie dimensioni, accumuli precipitativi in grado di causare dissesti idrogeologici.
Rischio elevato di fenomeni violenti (livello ROSSO) Presuppone temporali molto forti, supercelle tornadiche (con possibilità di tornado anche violenti), squall line di forte intensità, grandine di grosse dimensioni, venti di groppo ("gust front") molto forti con raffiche superiori a 100-120 km/h, accumuli precipitativi in grado di scatenare gravi dissesti idrogeologici.