15.02.2018 - Associazione
PREVISIONI TEMPORALI FORTI: COLLABORAZIONE TRA METEONETWORK E PRETEMP

Vi presentiamo un’importante novità: una nuova collaborazione tra l’associazione Meteonetwork e PRETEMP (www.pretemp.it), che riguarderà la previsione di temporali forti e la rivitalizzazione del database Storm Report.

PRETEMP è un gruppo di studenti universitari che dall’estate 2015 fa quotidianamente previsioni per temporali forti per il Nord Italia. Il progetto è stato fondato da Nicola Carlon nell’agosto 2015, successivamente si sono uniti Francesco De Martin, Simone Buttura e Sebastiano Carpentari nei mesi successivi (maggiori informazioni riguardo ai membri del gruppo le potete trovare in questa pagina http://www.pretemp.it/previsori.html). In questi giorni inizierà a fare previsioni PRETEMP anche Giorgio Rotunno.

Dal 1 gennaio 2018 ci sono stati importanti cambiamenti nelle previsioni PRETEMP: si è esteso il dominio di previsione a tutta Italia e si è cambiato a fondo il format, allo scopo di rendere più facile la comprensione della previsione per il pubblico generico, senza sacrificare i dettagli per il pubblico più esperto. Attualmente la previsione è basata su 4 livelli di pericolosità, da 0 a 3, a cui corrispondono differenti fasce di probabilità per temporali forti o molto forti. Una completa spiegazione del format delle previsioni la potete trovare in questa pagina: http://pretemp.it/archivio/2018/nuovo_pretemp/Nuovo_PRETEMP.html.

Queste previsioni tuttavia, come si evidenzia nel disclaimer della cartina di previsioni, hanno solo scopo di studio e non devono essere utilizzate per fini operativi: per le allerte ufficiali bisogna rivolgersi agli enti preposti, quali i Centri Funzionali Decentrati della Protezione Civile.

Poiché con l’estensione a livello italiano del dominio di previsione si sarebbe creato una copia con il già esistente servizio offerto da Meteonetwork, si è deciso di cercare una collaborazione tra le due parti, nella ferma convinzione che l’unione fa la forza, e che in un panorama meteorologico frammentato come quello italiano non avrebbe giovato a nessuno avere l’ennesimo doppione. Abbiamo così unito le forze: Pierluigi Randi, che curava precedentemente la previsione di fenomeni temporaleschi di Meteonetwork, entra nel team previsori di PRETEMP e PRETEMP, oltre a pubblicare le previsioni sul suo sito, pubblicherà una parte anche sul sito di Meteonetwork. In particolare su Meteonetwork si pubblicherà la cartina di previsione e il testo sintetico, indirizzato al pubblico generico. Inoltre il servizio sarà attivo tutto l’anno, non più solo dal 1 aprile al 30 settembre.

Però la collaborazione tra PRETEMP e Meteonetwork non si esaurirà qua: stiamo infatti cercando di rivitalizzare insieme il database creato da Meteonetwork ancora nel 2008, ma poi lentamente (e purtroppo) caduto in disuso. Per fare ciò si pensava di coinvolgere le associazioni meteorologiche presenti nel territorio, con l’idea di creare un sistema “federale” in cui ciascuno dà il suo piccolo contributo per la sua zona. Nel mondo degli appassionati del 2018 c’è infatti il paradosso che si è sommersi di segnalazioni meteorologiche attraverso forum, social network e giornali, ma poi queste si perdono nei rivoli della rete, diventando inutilizzabili. Il database Storm Report vorrebbe quindi semplicemente organizzare e archiviare un’informazione (relativamente a fenomeni temporaleschi) che già viene raccolta dagli appassionati, per poterla poi utilizzare per creare statistiche e studi scientifici. Meteorologi professionisti e ricercatori di fisica dell’atmosfera potrebbero infatti utilizzare successivamente questi dati per effettuare le loro ricerche, anche internazionali. Si potrebbe quindi creare un canale di proficuo dialogo tra mondo degli appassionati e mondo dei professionisti, che arricchirebbe (di conoscenza ed efficienza, sia chiaro) entrambi, ma soprattutto la meteorologia italiana. Se quindi qualcuno volesse aiutarci (singolo individuo o associazione), inviando segnalazioni riguardanti fenomeni temporaleschi per la sua zona (provincia o regione che sia), non esiti a contattarci (previsione.temporali@gmail.com)!

Se qualcuno ci accuserà di essere troppo visionari, noi risponderemo che la meteorologia italiana ha bisogno di visionari.

Buona stagione temporalesca a tutti.

Francesco De Martin

Top