09.05.2019 - Modelli Thunderstorm
Previsione fenomeni temporaleschi 10 maggio 2019

Mentre sull’Europa centro settentrionale continuano ad affluire correnti fresche di origine atlantica, un blando promontorio anticiclonico tende ad interessare il bacino del mar Mediterraneo e anche la nostra penisola. Già nella giornata successiva invece un impulso perturbato piuttosto intenso andrà ad interessare dapprima il nord Italia, successivamente le restanti zone del nostro Paese. Per la giornata di venerdì, nonostante la presenza in media troposfera di altezze di geopotenziale sopra la media (500 hPa corrisponderanno circa a 560/568 dam), correnti fresche occidentali potrebbero sviluppare dei gradienti termici instabili, il lapse rate tra 800 e 600 hPa risulterà infatti attorno ai 7 K/km. Nel corso del pomeriggio potranno così svilupparsi alcuni rovesci o deboli temporali di calore sulle Prealpi del Triveneto e sull’Appennino tosco-emiliano. Le celle convettive potrebbero poi interessare le alte pianure del Veneto centro orientale e le medie e alte pianure del Friuli. Le eventuali pericolosità sono associate alla possibile formazione di grandine di piccole dimensioni all’interno delle celle convettive per la presenza dell’isoterma-18°C a 500 hPa. Infine nella prime ore della notte potrebbero svilupparsi alcuni temporali sul versante franco-svizzero delle Alpi ed interessare le zone di confine di Piemonte e Valle d’Aosta.

Maggiori dettagli su PRETEMP

Previsione valida dalle ore 00 alle ore 24 UTC di venerdì 10 maggio 2019; 
COME LEGGERE LA PREVISIONE  LEGENDA ABBREVIAZIONI

Autore: BUTTURA

Top