04.06.2012 - Comitato Tecnico Scientifico
Analisi e proiezione Estate 2011

Analisi e proiezione Estate 2011


A cura di Stefano Agustoni, Roberto Ciabini, Marco Magnani, Andrea Rossi, Alessandro Vannuccini, Andrea Giulietti


Comitato Scientifico di Meteonetwork



Introduzione


L’intenso episodio di Nina ha lasciato posto nell’ultimo mese ad una a fase neutra dell'ENSO che dovrebbe rimanere tale durante tutta la stagione estiva.

La differenza tra le SSTA attorno all’Arcipelago di Capo Verde ed il Golfo di Guinea si è avvicinata alla normalità dopo che l’indice AMM, che misura questa differenza, aveva raggiunto valori positivi da record a gennaio.

Le SSTA positive sulla fascia tropicale atlantica, di fronte alle coste africane, raramente hanno raggiunto questa intensità durante la fase culminante della Nina e determinano l’attuale disposizione con acque superficiali oceaniche calde a ridosso delle coste atlantiche e la carenza di precipitazioni mostratasi in primavera su Europa occidentale e segnatamente su Francia, Inghilterra, Paesi Bassi, Centro-Nord Italia e Germania. 

D’altro canto l’AMO, seppur sempre in territorio positivo, è apparentemente in fase di ridimensionamento e anche le SSTA dell’Oceano Indiano si mantengono negative su vaste porzioni dell’Oceano. In ascesa invece il WHWP, il cui valore presenta in estate una discreta correlazione positiva con le temperature nella nostra Penisola.


Outlook stagionale


A nostro avviso sussistono tutti gli elementi per osservare con una certa frequenza una cellula di alta pressione sull’Europa centro-orientale. Molte circostanze lasciano supporre un’azione di sostegno all’Alta delle Azzorre per allungarsi ed estendersi fino alle medie latitudini nella prima parte della stagione. Per ragioni dinamiche propendiamo per un’anomalia positiva sull’Europa centrale e orientale, una negativa ove riteniamo che possa distendersi il getto atlantico, una negativa debole sul basso Mediterraneo, estesa forse al nostro settore insulare ed infine un’incertezza con massimo spread sulla Penisola Iberica. Alcuni elementi ci portano a considerare un’estensione del getto dalla Scozia verso il nord della Scandinavia in agosto, con infiltrazioni di aria fresca e instabile nel Mediterraneo pilotate dall’isolamento per cut-off di una o più gocce fredde.



Giugno


Con ogni probabilità il mese di giugno inizierà con un’incisiva azione di blocco sul medio atlantico che andrà a pilotare correnti più fresche ed umide nel Mediterraneo occidentale. La progressiva erosione dei geopotenziali sull’Atlantico orientale potrebbe di contro comportare la risalita di calde correnti africane verso il Mediterraneo orientale, coadiuvate da una cella anticiclonica continentale che potrebbe radicarsi sull’Europa centro-orientale per l’intera stagione ed essere inoltre agganciata nella seconda parte del mese dalla cella azzorriana.

In questo primo mese dell’estate 2011 non si dovrebbero verificare feroci ondate di calore sulla Penisola italica, anche se non mancheranno periodi sopramedia. Nel complesso il mese dovrebbe risultare leggermente sopra la media termica, con precipitazioni più abbondanti sulla fascia prealpina e tirrenica.


Luglio


Il mese di Luglio potrebbe risultare quello con il maggior scarto termico positivo a causa del radicamento di strutture anticicloniche sull’Europa continentale, con maggior probabilità di ondate di calore intense in Europa centro-occidentale. Blande depressioni stazioneranno con maggiore frequenza sul Mediterraneo centro-orientale, apportando sporadici episodi di instabilità, principalmente relegati al settore orientale della Penisola. Le temperature potrebbero essere diffusamente sopra media, con scarti maggiori procedendo da SE verso NW.


Agosto


Agosto dovrebbe vedere una maggiore instabilità legata a cut-off depressionari che avranno come obiettivo il Mediterraneo, lasciato scoperto dalla cupola anticiclonica del mese precedente, i cui massimi di altezza geopotenziale si dovrebbero andare a collocare più a NE, tra la Scandinavia e l’Europa nordorientale.

Vi saranno probabilmente surplus precipitativi locali, legati ad episodi anche intensi, e le temperature non dovrebbero discostarsi troppo dalle medie del periodo, più fresche al Sud e leggermente superiori al CentroNord ed in particolare NW.


Questi gli scarti di altezza geopotenziale previsti nell’arco dell’intera stagione:


ANOMALIA ALTEZZA GEOPOTENZIALE A 500HPA – ESTATE 2011

proiezionelink immagine 

Autori: 

Comitato Scientifico di Meteonetwork

AllegatoDimensione

Estate2011.pdf541.79 KB

Top