25.06.2020 - Modelli Thunderstorm
Previsione fenomeni temporaleschi per giovedì 25 giugno 2020

In quota la presenza di un vasto promontorio anticiclonico di origine sub-tropicale, sarà disturbata dall’azione di un cut-off chiuso sui paesi danubiani che, prima di entrare in fase con una saccatura atlantica, stazionerà in loco nella giornata in esame, favorendo instabilità essenzialmente sulle regioni nord-orientali italiane, sui rilievi alpini e sulle aree danubiane comprese nel dominio di previsione. Nei bassi strati prevarrà un campo di pressione livellata solo marginalmente disturbato da una debole saccatura a nord dell’arco alpino, ma non associata a fronti. Potranno quindi aversi temporali di tipo multicellulare (in prevalenza QLCS) o pulse storm, sulle regioni nord-orientali fino alle coste del ferrarese; tuttavia non si può escludere qualche isolata supercella tra Friuli e Veneto nord-orientale. Sul comparto alpino occidentale, crinale appenninico tosco-emiliano e rilievi più elevati dell’Appennino centro-meridionale, i fenomeni saranno del tipo a cella singola o pulse storm. Sull’Austria, Slovenia, Friuli e Veneto nord-orientale è stato considerato un livello 1 per grandinate di piccole o medie dimensioni, e con possibili accumuli al suolo, e per forti raffiche di vento convettive (downburst). Un livello 0 appare più appropriato per forti rovesci di pioggia e occasionali trombe marine lungo la costa dell’Adriatico settentrionale. Su rilievi alpini e prealpini occidentali, crinale appenninico tosco-emiliano, nonché tra monti Sibillini, Gran Sasso e rilievi della Sila un livello 0 è stato assegnato per forti ma brevi rovesci di pioggia, grandinate di piccole dimensioni, e qualche colpo di vento causati da fenomeni pomeridiani e nella prima serata.

Autore: RANDI

Previsione completa su PRETEMP

Top